Utente
Salve,non essendo esperto in materia vi racconto tutta la varia sintomatologia che ho vissuto, dato che solo fra una settimana avrò una visita specialistica,e che un cosulto in più,anche se solo via web,fa semrep comodo.
Tutto comincia dopo le feste di fine anno,dove accuso più o meno delle tachicardie,ed affanno.
Collego il sintomo alla recente cura antibiotica per prostatite,e non do importyanza alla cosa. Poi dal due gennaio incomincio a sentire come un fastidio e qualcosa in gola all'altezza del pomo d'adamo, sul lato sinistro del collo.
Non gli do importanta,e vado a far le prove col gruppo dove suono.Al ritorno accuso subito una sensazione di irritazione,secchezza al lato sinistro,internamente alla gola,e la solita sensazione di ostruzione,faccio passare qualche giorno ma i sintomi non cambiano,anzi mia ccorgo ce qualora io mi sforzi di parlare a lungo,incomincia a spuntarmi un dolore che cionvolge tutta la muscolatura del collo posteriromente,sempre nel lato sinistro,che sale fino a lla testa portandomi un malditesta al solo lato sinistro della testa.
Passano i giorni,e il medico di base mi consiglia una cura a base di brexin e aerosol con una soluzione apposita,che riesce a lenirmi temporaneamente il fastidio,ma solo in forte dosi.Allo stato attuale la sensazione di secchezza in gola è passata,rimane l'impressione di un corpo estraneo in gola,e solo il tono muscolare del collo risulta leggermente più ingrossato sul alto sinistro,portandomi talvolta bruciore alle vene del collo.
Attualmente,non so se collegabile,sento un forte bruciore sotto entrambe le ascelle,dove sono venuto a sapere risiedono delle ghiandole linfatiche,esattamente come sul collo.
Non risultano ingrossate,ma doloranti e brucianti si.
Cosa può essere? Consigli?
Oltretutto,essendo la sintomatologia molto varia come vedete ogni qual volta io faccia presente il problema ai miei genitori sostengono che sia solo una cosa mentale mia,di stress,spero sia così,ma i dolori e i fastidi sono reali.

[#1]  
Dr. Gianluca Capra

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gentile utente,
sicuramente la visita specialistica otorinolaringoiatrica che fara le eliminera tutti i dubbi, dopo una valutazione del collo mediante palpazione si potranno escludere eventuali adenopatie laterocervicali, e con fibroscopia nasale e laringea si potra visualizzare la laringe escludendo cosi a tale livello possibili cisti o neoformazioni, tale esame viene eseguito con fibre ottiche flessibili di piccolo diametro e senza la necessita di anestesia.
Cordiali saluti

G. Capra
Gianluca Capra

[#2]  
Dr. Luigi Califano

24% attività
0% attualità
8% socialità
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
C'è poco web che tenga: la visita diretta è indispensabile!
Cordiali saluti
Dottor Luigi Califano
Luigi Califano

[#3]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Paziente,
risulta indispensabile una visita specialistica otorinolaringoiatrica, eventualmente corredata di fibroendoscopia, poichè le cause del Suo sintomo possono essere veramente molte.
Un consulto così "indiretto" rischierebbe solo di essere troppo superficiale o troppo allarmistico.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it