Utente
Salve.
al momento sono a più di 1000km da casa e lo sarò ancora per più di un mese.

Ho affrontato un viaggio in aereo, dopo essere stato a natale e capodanno in famiglia ed essere stato a contatto con persone influenzate.

Sono tornato il 4 gennaio in aereo.

Durante l'atterraggio, l'orecchio sinistro ha iniziato a farmi molto male per almeno 3 minuti. sceso a terra il male era lentamente passato, ma mi è rimasta una fastidiosa sensazione di "orecchio tappato".
La mattina seguente mi sono svegliato e ancora non era passata, ho provato numerosi metodi "innocui" per stapparlo, ma nulla è servito a niente.

Il giorno dopo, al risveglio, nulla era cambiato.

verso sera, ho iniziato ad accusare un forte mal di gola, e piano piano sono arrivati anche il raffreddore e gli altri classici sintomi del'influenza,

Ho preso da subito un paio di bustine di "tachiflu dec" al giorno.

il quarto giorno ho avuto anche febbre fino a 38. il fastidio all'orecchio era "quasi scomparso" o comunque visto il fastidio maggiore provocatomi dal raffreddore, ci ho fatto poco caso. e ha iniziato a prendermi una tosse grassa fastidiosa e rumorosa.

La mia ragazza mi ha convinto a prendere anche uno sciroppo per la tosse (lisonatural advance) che ho preso per 2 giorni

al 6° giorno, il raffreddore ha iniziato a passarmi, ma mi è rimasta un po' di tosse, sempre grassa ma meno aggressiva ed ha iniziato a ritornare il fastidio e il senso di ovattazione/rimbombo all'orecchio sinistro.

Dal momento che ho anche avuto cefalea da tosse, fastidio in corrispondenza della zona dei seni nasali, e oltre a questo anche il classico "respiro catarroso" che mi è capitato di avere altre volte in passato durante le mie numerose bronchiti.

Non riesco a capire se il fastidio all'orecchio dipenda ancora dal barotrauma dell'aereo o dalla presenza di muco (soffro anche di reflusso gastroesofageo cronico, non escludo possa aver raggiunto le orecchie), ma è comunque molto probabile che abbia un inizio di sinusite, bronchite, o magari anche entrambe

per cui ho deciso, più o meno autonomamente, di iniziare con:
- Lavaggi nasali con soluzione di sale e bicarbonato in acqua 1 volta al gg
- suffimigi con vapore (pentola d'acqua bollente con camomilla, bicarbonato e asciugamano in testa) 1 volta al gg
- 600mg di acetilcisteina al giorno (fluimucil effervescente)
- sospendere tachiflu dec e lisonatural advance

Al momento mi risulta difficile sia raggiungere il mio medico di base che trovare qualcuno per un consulto in zona, per cui ho deciso, temporaneamente, e salvo peggioramenti, di richiedere almeno un parere online per capire se quello che sto facendo ha un senso.

Grazie per la pazienza.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come ben puo' comprendere, senza un esame clinico, non sono in grado di fare una diagnosi. per quanto riguarda la terapia, giusti i suffumigi, l'utilizzo di un mucolitico a base di acetilcisteina: Aggiungerei solamente uno spray decongestionante le mucose nasali. Il tutto per una quindicina di giorni in tutto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori