Utente
Buonasera a tutti. A fine marzo ho avuto un episodio di ipoacusia improvvisa, patologia di cui non conoscevo assolutamente l'esistenza. purtroppo sono riuscita troppo tardi a farmi visitare da un otorino, il quale mi ha consigliato immediatamente la terapia iperbarica, cui mi sono sottoposta senza risultati purtroppo.
Mi è stata prescritta anche una risonanza magnetica encefalo e tronco encefalo con e senza contrasto. Quando l'ho prenotata mi è stato chiesto come mai mi fosse stata prescritta dal momento che non visualizza l'orecchio. Mi chiedo a questo punto se la prescrizione è giusta e se non sia opportuno un altro tipo di esame.
Inoltre, infilando il dito nell'orecchio interessato a me pare che il passaggio sia più stretto rispetto all'altro orecchio. È possibile? A cosa potrebbe essere dovuto?
Facendo la terapia iperbarica ho conosciuto un'altra ragazza col mio stesso problema alla quale sono stati prescritti anche degli esami per valutare la fluidità del sangue, dal momento che il problema potrebbe essere dovuto a un piccolo trombo. È il caso che anch'io indaghi questo aspetto? Quali altre analisi potrebbero essere utili?

[#1]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
8% attualità
4% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buongiorno, la risonanza prescritta è quella giusta, in questi casi si va a valutare il nervo acustico lungo il suo decorso intracranico, per cui serve appunto la risonanza prescritta. Può essere utile eseguire anche gli esami del sangue di cui parla, ma la situazione va valutata caso per caso, se lo specialista non glieli ha prescritti segua le sue indicazioni, eventualmente potrebbe farglieli fare in seguito, insieme ad altri esami che potrebbe ritenere utili, anche in base ai risultati della risonanza. Purtroppo la tempestività della terapia in questi casi è il punto fondamentale..
La differenza da lei rilevata nel condotto uditivo non c’entra con il suo problema, in molti casi ci sono piccole e fisiologiche differenze di dimensioni tra le due orecchie.
Cordialmente,
Dr. Simone Spagliardi

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la puntuale e precisa risposta.

[#3] dopo  
Utente
Buonasera. Ho ricevuto oggi l'esito della risonanza magnetica. il referto parla di anomalia di drenaggio venosa temporale dx, cioè dove si trova l'orecchio che ha subito l'episodio di ipoacusia improvvisa. Le due cose sono collegate? E' necessario che mi sottoponga ad ulteriori accertamenti?

[#4]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
8% attualità
4% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buonasera,
purtroppo sì, è indispensabile che l’otorinolaringoiatra che la segue visualizzi non solo il referto ma anche le immagini; in base a quanto riscontrato deciderà se consigliarle ulteriori approfondimenti.
Un cordiale saluto.
Dr. Simone Spagliardi

[#5] dopo  
Utente
Grazie per la rapida risposta. Vorrei chiederle se devo muovermi con urgenza e che tipo di accertamenti potrebbero rendersi necessari.

[#6] dopo  
Utente
Sono stata dal mio medico di famiglia, il quale inizialmente sosteneva che non ci fosse nessuna necessità di mostrare il referto della risonanza a uno specialista, dopodiché, dietro mia insistenza, mi ha detto di mostrarla a un neurochirurgo.
A questo punto non so se rivolgermi all'otorino o al neurochirurgo...

[#7]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
8% attualità
4% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buonasera,
Mi spiace contraddire il suo medico, ma un neurinoma dev’essere valutato da un otorino e da un neurochirurgo. Senza urgenza, ma queste sono le valutazioni da fare. Un cordiale saluto.
Dr. Simone Spagliardi