Escare post tonsillectomia

Gentili Dottori,
6 giorni fa mi sono sottoposta ad intervento di tonsillectomia poiche soffrivo di ripetute tonsilliti e le mie tonsille apparivano ipertrofiche e criptiche. L’intervento fortunatamente è andato bene, il dolore ovviamente era molto presente ma ho cercato come consigliato di deglutire sin da subito, e mi hanno dimessa il giorno dopo.
Devo dire che passati i primi 3 giorni, il dolore che percepisco è quello di una forte tonsillite, e io essendo molto abituata non lo vivo come un dolore atroce. Sarà perché lo interpreto come il dolore della liberazione.. e se non fosse per l’angoscia delle emorragie vivrei quasi bene questa convalescenza.
Sento però un forte senso di pressione a livello della gola più che altro. È normale?
Ieri un micro pezzettino di escara si è staccato liberando la cute rosa sottostante. Non è troppo presto?
Inoltre ora guardandomi le escare da una parte rilevo delle macchie viola sottostanti come se fossero dei coaguli.
Rientra nel processo normale?
L’ultima domanda, forse stupida, riguarda il palato: è plausibile che guardandomi io lo veda più sceso rispetto a prima? Anche l’ugola (ancora un po’ tumefatta ma sgonfia rispetto ai primi giorni) la vedo molto più bassa .

Vi ringrazio infinitivamente del servizio che fornite.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Stia tranquilla, tutto cio che riferisce fa parte del normale decorso post-operatorio. Purtroppo, deve avere ancora un po' di pazienza!
Un cordiale saluto ed augurio di pronta guarigione

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dr. Brunori La ringrazio infinitamente della Sua risposta e Le auguro una Buona Domenica.
Cordialmente
Sara
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Brunori,
La disturbo nuovamente poichè da due giorni il dolore si è riacutizzato con violenza, il bruciore è tornato fortissimo.. è normale che il dolore si assesti (ovviamente era sempre presente ma cercavo di tollerarlo) per poi ritornare molto forte?
Inoltre guardandomi la gola le escare, soprattutto da una parte, sono quasi trasparenti in certi punti e lasciano intravedere delle macchie viola di sangue.. è normale anche questo?
Ho il terrore delle emorragie.
Grazie infinite e buona giornata.
Sara
[#4]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Non si deve agitare perché, in questo modo, farà alzare i valori della pressione arteriosa con conseguente rischio di sanguinamento. Tutto cio' che riferisce è normale. Per il dolore, puo utilizzare del paracetamolo, ogni 8/12 ore; Per i rischi di sanguinamento, un antiemorragico per via orale. Utile anche un cortisonico. Aggiorni il Chirurgo sulle sue condizioni di salute.
Coraggio!

Dr. Raffaello Brunori

[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr Brunori,
Poco fa raschiando leggerissimamente la gola per liberarmi di un po’ di catarro ho visto striature di sangue vivo sul fazzoletto, dopodiché guardandomi in gola con la luce ho visto in fondo alla loggia sx del sangue scuro che usciva.
Ho subito applicato ghiaccio sulla gola e bevuto acqua ghiacciata e ora non vedo più nulla. Arrestatasi così devo aspettarmi che possa ricominciare?
Se la perdita fosse più bassa, invisibile al mio occhio, come me ne potrei accorgere non sentendo il sapore del sangue?
L’ospedale mi ha dimesso senza prescrizione di nulla se non tachipirina, io ho preso antibiotico per 8 gg e tranex per una settimana, sospeso 2 giorni fa.
La ringrazio per la Sua disponibilità.
Cordialmente
Sara
[#6]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Continui con il tranex ancora per un'altra settimana. Se dovesse vedere del sangue, faccia dei gargarimi solo con acqua ossigenata . cerchi di tranquillizzarsi...nei limiti del possibile
Buona serata

Dr. Raffaello Brunori

[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Brunori,
Mi permetto di scriverLe ancora.
Ieri ho avuto la visita di controllo post intervento, decorso regolare e prescrizione di dieta morbida ancora 10 giorni perché la fibrina è poco spessa ma ancora presente.
Non le nascondo che mi ero tranquillizzata, pensavo fosse quasi tutto finito.
Stamattina alle 6, giorno 12 dall’intervento, mi sveglio con sapore di sangue, avevo la loggia dx totalmente piena di sangue e saliva e non riuscivo a capire da dove provenisse l’emorragia.
Dopo 40 min di acqua e ghiaccio l’uscita si è fermata, lasciando 3 coaguli.
Mi sono comunque recata in reparto, dove mi è stato detto che i coaguli sono piccoli e che cadranno da soli ma che sono indietro con la guarigione.
Io in questi giorni ho sempre bevuto molto, deglutito fin da subito, mangiato passati, frullati, purè.. non ho mai mangiato carne però. Secondo la dottoressa questo potrebbe essere il problema.
Mi è stato aumentato il tranex a 6 fiale giornaliere, dieta morbida iperproteica fredda per 10 giorni e controllo tra 3 giorni.
Sono esausta fisicamente ma soprattutto emotivamente.
Secondo Lei quanto ancora devo temere
un’emorragia? Se alle 6 quando mi sono svegliata l’emorragia era già partita da tempo e quindi avessi ingerito molto sangue avrei avuto del vomito vero?
Ancora una volta grazie del Suo tempo.
Sara
[#8]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Per i quindici giorni successivi l'intervento c'è il rischio emorragia. Poi, dipende dalla tecnica chirurgica adottata. Comunque sia, deve avere ancora pazienza per una settimana, considerato quanto riferitomi. Le indicazioni, la terapia ed il modo di alimentazione sono da me del tutto condivisibili. Ancora qualche giorno di pazienza ed il tutto sarà solo un brutto ricordo.
Buon fine settimana

Dr. Raffaello Brunori

[#9]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Brunori e buona Domenica,
da ieri mi sono un po’ tranquillizzata o meglio ho preso atto che l’agitazione non farà altro che peggiorare le cose.
Oggi a pranzo ho mangiato un po’ più del solito (per lo più proteine come da indicazioni) nella speranza di velocizzare il recupero.
Ora, arrivo al motivo del mio rivolgermi nuovamente alla Sua esperienza: ieri le logge tonsillari presentavano zone ancora ricoperte di fibrina e zone rosa di mucosa in guarigione, oggi invece le logge sono entrambe uniformemente ricoperte di patina bianco/giallastra.
Secondo Lei da cosa può dipendere?
Come sempre, La ringrazio.
Cordialmente
Sara
[#10]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Tutto cio' che riferisce è normale dopo il piccolo sanguinamento avvenuto nei giorni scorsi. Continui sempre con l'antiemorragico e ad alimentarsi con cibi non molto caldi e che possano graffiare la zona operata.
Buona domenica anche per lei

Dr. Raffaello Brunori

[#11]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. Brunori buonasera,
sono felice di dirLe che sono in ripresa, ho ripreso a mangiare normalmente (evitando i cibi caldi che graffiano) e le escare sono cadute tranne due piccolissimi pezzettini che spero vivamente non possano rappresentare un rischio emorragico.
Sto però avvisando un problema con il gusto ossia non riesco a percepire distintamente i sapori: ho un costante sapore amaro in fondo alla gola e questo mi compromette in parte il sapore di alcuni cibi .. li sento alterati ecco.
Ho anche notato che all’inizio del pasto percepisco di più e poi mangiando è come se mi assuefassi al gusto.
Volevo sapere se ciò può rientrare nella normalità (i primi giorni post intervento non accusavo questo problema ma è insorto solo da qualche giorno).
Grazie per il tempo che vorrà dedicarmi ancora e anche per le rassicurazioni fornite le scorse volte, hanno fatto la differenza in un momento difficile e Le sono grata.
Le auguro una buona serata.
Cordialmente
Sara
[#12]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Sono contento che, gradatamente, stia riprendendo ad alimentarsi e che il quadro clinico stia migliorando. Anche per il gusto, a breve il tutto si risolverà, stia tranquilla. Ormai , il grosso è fatto!
Le auguro una buona serata

Dr. Raffaello Brunori

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test