Utente 485XXX
Gentili dottori buongiorno
Ormai da tre settimane combatto con un mal di gola persistente comparso due giorni dopo il rientro dalle ferie estive. Ha esordito con mal di gola e febbre tra 37. 5 e 38, poi evoluto in raucedine e tosse. La gola alla vista risultava molto infiammata ma senza placche, solo una placca è comparsa sulla tonsilla destra ma il giorno dopo non c'era più. Sono andata dal mio medico curante che mi ha prescritto neo duplamox amoxicillina e acido clavulanico da prendere due volte al giorno "per tre-quattro giorni" e tachipirina per sfiammare e abbassare la febbre. Ho preso l'antibiotico per 5 giorni ed ero guarita. Ma qualche giorno dopo la fine della terapia, mi sveglio di nuovo con forte mal di gola, stavolta senza febbre solo mal di gola fortissimo e dolore a deglutire. Sono disorientata perché in passato l'antibiotico mi ha sempre risolto questo genere di problemi, non avevo mai avuto ricadute. Ritengo inutile ritornare dal medico curante in quanto conoscendolo si limiterà a prescrivermi un nuovo ciclo di antibiotico, e non mi va più di prendere antibiotici a caso visto che oltre a non avermi risolto il problema mi porta poi come effetto collaterale candida vaginale.. Ho prenotato pertanto una visita dal mio otorino che però non potrà vedermi prima del 5 ottobre. Volevo chiedere se nel frattempo faccio bene ad andare avanti con froben spray e tachipirina e se posso continuare a prendere due/tre tachipirine al giorno e per quanto tempo è opportuno prenderne. Ringrazio in anticipo per le risposte e i consigli.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' possibile che la faringotonsillite sia di origine virale o che il batterio presente, responsabile della patologia, non fosse sensibile all'antibiotico utilizzato. In attesa della visita specialistica, sarebbe utile che facesse un tampone tonsillare per la ricerca di germi patogeni, con eventuale antibiogramma; se necessario, utilizzi solo un antinfiammatorio per via orale, mattina e sera a stomaco pieno e faccia dei gargarismi con coca-cola.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Gentilissimo dott. Brunori
La ringrazio per la cortese risposta. La tachipirina quindi non va bene come antinfiammatorio? Meglio magari il nimesulide? Per quanti giorni posso prenderlo? Inoltre, nel caso la faringotonsillite fosse di origine virale, l'unica cura è aspettare che passi da sola? Ancora grazie, un cordiale saluto

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, è meglio un antinfiammatorio per 3/4 giorni piu' che il paracetamolo. Quest'ultimo ' piu' un antidolorifico/antifebbrile. Se la causa è virale, si risolve con l'antinfiammatoio.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 485XXX

Dott. Brunori mi scusi ancora, posso prendere il nimesulide stasera considerando che ieri ho preso tre tachipirine 1000 e una oggi dopo pranzo? C'è rischio di interazioni? Grazie

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Assolutamente no: oltre che intossicarsi, rovina la mucosa gastrica
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 485XXX

Buongiorno dottore, ieri sera non l'ho preso ma stamattina dopo colazione si perché il dolore alla gola era troppo forte.. posso prenderne un altro stasera dopo cena e continuare così per 3/4 giorni come da lei consigliato? Grazie ancora le auguro una buona giornata

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certamente, purchè non prenda il paracetamolo
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente 485XXX

Certo dott. Brunori il paracetamolo lo elimino. Oggi con una sola bustina di nimesulide va già molto meglio.. questa è una possibile conferma del fatto che l'infezione è di natura virale? La ringrazio ancora per il prezioso supporto

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso proprio di si, riguardo la natura virale della patologia.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori