Utente 133XXX
Buongiorno gentili Dottori,
Da circa 40 giorni, da quando ho cominciato a fare tirocinio in un asilo, ho continui disturbi alle vie respiratorie, ho avuto inizialmente bruciore in gola e orecchie ovattate, successivamente l influenza con febbre a 38, subito dopo tonsillite con placche curata con agumentin per 6 giorni (su indicazione del mio medico curante).

Durante l'assunzione dell'antibiotico ho cominciato ad avere tosse grassa e raffreddore con muco trasparente, così sempre su indicazione del mio curante ho fatto una visita dall'otorino, il quale mi ha allungato la cura con l antibiotico per altri 3 giorni, prescritto antistaminico per 10 giorni (soffro di rinite allergica), imputando la causa del mio malessere a diversi virus parainfluenzali.

Ho finito la cura ma continuo a stare male, ancora raffreddore, orecchie ovattate, e tosse.
Sapete consigliarmi qualche esame o visita che potrei effettuare?

(Circa 2 mesi fá ho effettuato le analisi al sangue complete ed era tutto nella norma)
Grazie mille

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per scrupolo, è bene che si faccia sentire il torace dal suo medico di famiglia. Utile, poi, una cura con un mucolitico a base, per esempio, di acetilcisteina e con uno spray decongestionante le mucose nasali, oltre l'antistaminico che già sta assumendo.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 133XXX

Grazie mille dottore!

[#3] dopo  
Utente 133XXX

Buongiorno gentili Dottori,
Vi aggiorno sulla mia situazione, purtroppo il raffreddore continua ad essere presente anche se con sintomi molto meno fastidiosi, tosse passata.
Giorno 8 gennaio ho fatto un'altra visita da un altro otorino, che mi ha fatto una rinolaringoscopia, e non ha riscontrato nulla di particolare. Il medico mi ha detto che si tratta di una serie di virosi.
Nel frattempo ho effettuato un tampone nasale e tonsillare con esito negativo.
Purtroppo domenica scorsa mi ritorna il mal di gola, le tonsille si ricoprono di placche, dopo 3 giorni il dolore diventa insopportabile, al punto che stento ad aprire la bocca.
Il mio medico curante mi consiglia di recarmi al pronto soccorso perché sospetta un ascesso peritonsillare.
Al pronto soccorso vengo visitata da un otorino che dopo aver fatto una rinolaringoscopia, esclude l ascesso, mi diagnostica una faringotonsillite acuta e mi prescrive cefodox 200, 1 cpr ogni 12 ore per 6 giorni e deltacortene 25 mg 1 cpr al giorno per 5 giorni, mezza cpr per altri 5, 1/4 per altri 5.
Questa terapia vi sembra corretta?
Da quando ho cominciato la terapia( oggi sono al terzo giorno) il mal di gola va meglio, ma, durante l'arco della giornata mi capita di provare un senso di agitazione e di oppressione al petto e tachicardia mai avuti prima. Potrebbe essere il cortisone?
Scusate se mi sono dilungata ma ormai sono circa 2 mesi che non sto bene.
Grazie mille

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Condivido la terapia prescritta ma, purtroppo, lo stato che descrive dipende proprio dall'utilizzo del cortisone: provi a dimezzare la dose giornaliera.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente 133XXX

Grazie gentili dottori.
Purtroppo il raffreddore è tornato, il mio medico curante mi ha prescritto una tac per vedere i seni paranasali e indagare un eventuale sinusite, perché sostiene che sia impossibile avere un raffreddore da più di 2 mesi.
Io vorrei capire, ma è possibile che gli otorini che mi hanno visitata non se ne siano accorti, visto che ho anche effettuato un esame endoscopico?
In più in questi giorni mi sono accorta di avere molta muffa in camera da letto dietro un armadio, che ho già fatto bonificare, l ho comunicato al mio otorino e mi ha detto che la causa potrebbe essere questa, visto che soffro di rinite con poliposi nasali( durante la visita mi ha detto che il polipo non destava particolari problemi ), e mi ha prescritto un farmaco chiamato Dirahist che non ho ancora assunto.
Secondo lei potrebbe esserci un legame tra la muffa e il mio continuo raffreddore e gli episodi di faringo tonsillite con placche che ho avuto?

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, ci puo' essere una correlazione fra muffa e rinosinusite. Sono perfettamente d'accordo sull'utilità di una tac dei seni paranasali e sulla prescrizine del farmaco menzionato. una volta in possesso della risposta dell'esame radiologico, vedremo il da farsi.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente 133XXX

Grazie mille Dottore.
Tac effettuata, oggi ho avuto i risultati.
Le scrivo il referto:
"Deviazione sinistro convessa del setto nasale con sperone osseo a livello del passaggio tra meato inferiore e medio.
Dilatazione della bulla etmoidale destra ripiena di tessuto della densità delle parti molli.
Obliterati il dotto naso frontale la porzione laterale del meato medio.
I seni mascellari sono occupati da tessuto infiammatorio con bolle aeree obliterazione degli osti.
Mal delimitati i processi unciformi.
Tessuto della densità delle parti molli occupa le cellule etmoidali e parzialmente quelle anteriori di sinistra. Integre le lamine cartilaginee. faccio vedere Pneumatizzati i seni frontali ed etmoidali."
Attendo di effettuare nuovamente (già prenotata) una visita dall'otorino.
In attesa di effettuare la visita mi farebbe piacere cosa ne pensa del referto. In più da stasera ho dolori se muovo il capo e se soffio il naso.
Grazie in anticipo.
Cordiali saluti

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac cui si è sottoposta, oltre una deviazione del setto nasale ed un aumento di volume delle mucose nasali, risulta un processo infiammatorio cronico bilaterale a carico dei seni mascellari ed etmoidali. Credo, sulla base di quanto riportato, che l'unica strada da intraprendere sia quella chirurgica.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente 133XXX

Grazie mille Dottore, ma quest infiammazione così repentina a cosa può essere dovuta?
Io non ho mai sofferto di sinusite.
Grazie

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
la patologia infiammatoria dei seni paranasali puo' essere dovuta ad una cattiva respirazione nasale od a un raffreddore che si è complicato
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente 133XXX

Buongiorno Dottore,
Volevo ringraziarla e aggiornarla sulla situazione.
Ho effettuato la visita dall'otorino, il quale mi ha detto, guardando il cd della tac, che la situazione non è così grave come sembra.
I seni frontali sono liberi, il setto è leggermente deviato ma nn provoca problemi, stessa cosa per il polipo.
I seni mascellari e etmoidali sono in buona parte pieni(mi sembra di materiale purulento).
Mi ha prescritto Ceftazidima intramuscolo 2 fiale al giorno per sei giorni, deflazacort compresse da 30 mg 2 pillole per 4 giorni, e 1 pillola per due giorni.
A seguire 12 giorni di fluimucil antibiotico da fare con l aerosol.
Pulizia delle fosse nasali con soluzione salina.
La situazione è migliorata sono al terzo giorno di antibiotico. Mi ha detto di non prendere altri raffreddori perché la situazione potrebbe peggiorare.
Il ché mi preoccupa visto che ho mio marito a casa con l'influenza/raffreddore.
Cosa ne pensa?
Grazie mille

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sarebbe bello poter scegliere di ammalarsi o pure no: purtroppo , ci si ammala senza volerlo. Non comprendo bene se la formazione di aspetto polipoide sia presente o meno. Comunque sia, porti a termine la cura prescritta
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente 133XXX

Buonasera dottore,
Grazie mille per avermi risposto.
Si il polipo c'è, anche se gli otorini che mi hanno visitata dicono che non "crea problemi ". Non so cosa significhi.
Purtroppo ho preso ancora una volta l influenza, e quindi di nuovo malessere generale e naso tappato, ho cominciato la cura con fluimucil antibiotico 500, 1 fiala al giorno per 12 giorni, ma non ho capito se la dose è da assumere in una sola somministrazione o due, nella prescrizione del medico non è specificato.
Cambia qualcosa?
Grazie mille come sempre per il servizio che offrite

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il polipo è una neoformazione benigna che deve comunque essere asportata ed analizzata come ogni formazione. Non si puo' lasciarla in sede dicendo che"non crea problemi" Le consiglio, pertanto, di rivolgersi ad un altro Specialista. L'aerosolterapia, poco efficace in un caso come il suo, puo' essere fatta 1 volta al giorno, come prescritta.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori