Utente 655XXX
Mia figlia (4 anni) è sempre stata molto irregolare nella defecazione con evacuazioni anche ogni 48 ore. Mangia poche verdure e purtoppo adesso con la scuola non ho la possibilità di farla bere quanto vorrei. Negli ultimi 15 giorni è capitato un episodio di stitichezza molto acuta: è rimasta praticamente bloccata nella fase di espulsione delle feci con l'ano dilatato, così per aiutarla le abbiamo praticato un clistere pediatrico, che ha fatto effetto solo dopo un paio di ore.
La pediatra le ha dato un cucchiaino di Lactodiscinil la sera per 10 giorni, abbiamo aumentato la verdura e la frutta nella dieta ma ha continuato a scaricarsi ogni 48 ore con feci caprine. Terminati i 10 giorni di sciroppo il problema acuto si è ripresentato, anche se questa volta penso che ci sia stato anche una sorta di blocco psicologico - la prima esperienza è stata abbastanza traumatizzante - da parte della bambina, che si rifiutava di spingere. Per fortuna poi la cosa si è risolta autonomamente dopo aver pranzato.

Vorrei qualche consiglio su come aiutare la bambina a superare la stitichezza. Non vorrei abituarla ai lassativi, vorrei provare a cercare di variarle la dieta in modo adeguato e aiutarla con prodotti naturali quali integratori e fermenti.

Inoltre, nell'eventualità di un nuovo blocco, come sarebbe meglio comportarsi? Usare i clisteri pediatrici oppure provare con qualche rimedio naturale?

Ringrazio fin da ora per le eventuali risposte.

[#1]  
40088

Cancellato nel 2010
Gentile signora,
Le consiglio di farla giocare più spesso all'aria aperta e di aggiungere alla dieta: prugne fresche oppure secche,pere, chiwi,legumi, biscotti e pane di farina integrale,molti liquidi e succhi di frutta.Se non risolve
così, può ricorrere ad un farmaco efficace nei bambini:Paxabel. In caso di blocco, va bene il clistere.
Cordialmente