Utente 714XXX
Buongiorno,
vorrei chiedere quanto l'aggressivita' sia normale e fisiologica nello sviluppo di un bimbo, nella fattispecie di un bimbo di due anni....e ovviamente lo chiedo perche' il mio bimbo di quasi due anni sta iniziando a sviluppare degli atteggiamenti non proprio carini....frequenta il nido e ha molti contatti con altri bimbi, avendo anche una cuginetta, di 6 mesi piu' grande, con cui passa molto tempo al giorno.E' un bimbo molto allegro, sorridente, socievole e "attivo", parla molto bene rispetto alla sua eta', e' in grado di dire esattamente quello che vuole e inizia anche a esprimere alcuni sentimenti ( ho paura, sono arrabbiato.... )...quindi non ha la "scusante" del non essere in grado di esplicitare le sue esigenze....eppure....ogni tanto ( abbastanza spesso, ultimamente ) scatta in lui la necessita' di portare tutto sul piano fisico....con sberle, tirate di capelli o anche solo pernacchie!La sgridata parte istantaneamente, cercando di mantenere un tono calmo, cerco di spiegargli perche' certe cose non vanno fatte...la sua risposta: "ti do un bacino?"
alcune volte fa finta di nulla, se lo sgrido, non fa una piega....a volte non so esattamente cosa devo fare...penso che forse lui, essendo un bel furbetto, capisca questa mia indecisione...e la sfrutti a suo favore!.....qual e' il modo migliore per insegnare ai propri bimbi ad essere gentili e rispettosi degli altri?
Io sono una mamma abbastanza permissivista, o meglio, lascio il mio bimbo libero di fare esperienze ( ovviamente tranne cio' che si puo' rivelare pericoloso! ), lui mangia da solo, con forchetta e cucchiaio, sale su scivoli, fa percorsi al parco giochi, insomma gli lascio fare le sue esperienze, al massimo si sporca o si sbuccia un ginocchio....forse ha letto in me un certa "mollezza" e quindi agisce di conseguenza?quali sono i giusti confini da dargli?quali sono i limiti che devono imparare a gestire? e quali sono i metodi migliori per fargli capire che certe cose non vanno fatte , e basta?! grazie per l'aiuto e le risposte che mi darete.

[#1] dopo  
Dr. Gabriele Tonelli

24% attività
0% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
UDINE (UD)
RIMINI (RN)
PORRETTA TERME (BO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente a due anni un bambino non ha ancora una chiara consapevolezza dei propri sentimenti, le frasi che esprime generalmente possono essere più elementi su base imitativa che espressione di una chiara consapevolezza. Quindi l'espressione delle emozioni è ancora prevalentemente corporea. Inoltre nel periodo dai due ai tre anni il bambino può attraversare una fase oppositivo/provocatoria. In ogni caso se Lo ritiene utile provi a rivolgersi ai Servizi di Neuropsichiatria infantile; non perché ci sia qualcosa di patologico, ma per (tramite un'osservazione diretta della interazione) si possa individuare eventuali strategie comportamentali che Lei potrebbe adottare per migliorare la situazione. Cosa che la genericità del consulto on-line appare assai difficile.
Cordiali saluti
Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.