Utente 214XXX
Buongiorno,
mio figlio ha 20 mesi e fin dalla nascita gli è stato diagnosticato il RGE (è stato sottoposto a ecografie, radiografia e esami del sangue dopo 20gg circa dalla nascita in seguito a vomiti a getto dopo le poppate).
Ha preso come terapia ranidil e peridon per 7 mesi, poi abbiamo sospeso credendo in un miglioramento data l'introduzione delle pappe.
Il bambino ha continuato ad avere frequenti episodi di vomito anche a distanza di ore dai pasti e la crescita è rallentata portandolo tra il 10 e il 25 percentile, il bambino mangiava un paio di cucchiai e poi vomitava o rifiutava il cibo; alcune notti (non molto frequenti) si svegliava di frequente anche con vomiti.
Compiuto l'anno abbiamo portato il bambino dal gastroenterologo che ci ha prescitto una compressa di omeprazolo da 10 mg ogni sera prima di cena.
Fin dalla prima somministrazione le cose sono migliorate e il bambino ha cominciato a mangiare con molto appetito e senza piu nessun episodio di vomito;la sua curva di crescita ha raggiunto in 6 mesi il 75 percentile.
Oggi a distanza di 7 mesi abbiamo provato a sospendere la pastiglia e durante la prima settimana il bambino si è comportato normalmente mentre successivamente ha avuto due episodi di vomito: uno prima di andare a dormire e uno il giorno dopo durante la notte. Lui mangia come prima ed ha appetito salvo qualche smorfia alla sera prima di andare a letto che sembra indicare risalita di acido in bocca.
Mi chidevo se era il caso di rimprendere la terapia o se era il caso di aspettare ancora un po sperando in un adeguamento dell'organismo alla sospensione del farmaco preso per 7 mesi.Un altro mio dubbio riguarda la crescita del bambino: il RGE rallenta la crescita a causa dello scarso appetito e quindi dei pasti scarsi, oppure porta ad un malassorbimento del cibo e quindi alla conseguente perdita di peso nonostante i quantitativi di cibo siano adeguati e con vomito assente?
Grazie mille anticipatamente

[#1]  
Dr. Enrico Polito

24% attività
4% attualità
12% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Risentirei il Gastrenterologo che ha già consultato e che, a quanto pare, lo ha brillantemente curato.
In genere il bambino affetto da malattia da RGE è scarsamente invogliato a mangiare perchè provoca dolore: in genere è un bambino irritabile, dorme male durante la notte, si agita nel sonno, può addirittura avere , tosse stizzosa.
Credo veramente che valga la pena consultare il Suo gastroenterologo pediatra.
Cordialità
Dr. Enrico Polito