Utente 705XXX
Buongiorno.
Nell'ambito di un check up chiesto al mio medico in seguito ad episodi di affaticamento, vertigine, difficoltà di respiro e dolore all'inspirazione profonda di cui sono stato vittima in questi ultimi mesi, ho fatto una rx torace il cui esito è questo:

"Discreta accentuazione della trama polmonare di entrambi i campi respiratori con qualche sottile stria fibrosa in sede ilo sottoclaveare sx di verosimile pregresso processo specifico, senza comunque addensamenti plueoparenchimali di significato patologico in atto.
Presenza di piccole pinzettature aderenziale da esiti pleuritici al III medio di entrambe le cupole diaframmatiche.
Ili di volume medio.
Seni costofrenici acuti liberi.
Normale morfologia dell'immagine cardio aortica e del mediastino."

Dati aggiuntivi: ho 40 anni, ho fumato per circa 18 anni (non più di una decina di sigarette giorno) ho smesso da 6 mesi. Non mi sono mai state diagnosticate patologie pleuritiche nè ho mai sofferto di patologie come bronchiti polmoniti o a carico del sistema polmonare. Piuttosto ho avuto frequenti episodi (anche recenti) di tonsiliiti.

Potreste gentilmente darmi un vostro parere in attesa di vedere il mio medico generico?

Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente...
Leggendo il referto radiografico che ci ha presentato nella richiesta di consulto, non emerge nessun dato significativo di rilievo e degno di nota per certi versi tale da far pensare a qualche processo patologico in atto al momento......

Vengono invece messi in evidenza dal collega radiologo alcuni segni di presunti problemi infettivi (Bronco polmoniti) contratti in passato e risoltisi completamente con presenza al quadro toracico di strie fibrotiche (come avviene in tutti i processi riparativi cicatriziali dopo qualsiasi trauma o lesione di qualsivoglia natura).

Sempre seguendo l'interpretazione del radiologo, sembrerebbe che alcuni di questi processi passati che attualmente lasciano il segno nel suo polmone possano essere stati determinati da un processo specifico (che in terminologia medica vuol dire Tubercolare)

Ma non ci sono altri dati a supporto di cio' se non l'esperienza del collega refertante....

In ogni caso poco importa......
A mio avviso non c'e' motivo alcuno di preoccuparsi piu del dovuto......esegua solo dei controlli medico radiologici periodici......

La saluto e se avesse bisogno di altri suggerimenti non esiti a scriverci
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente 705XXX

Grazie molte per la risposta.
Seguirò il suo consiglio di eseguire dei controlli periodici.
Questo perché sono stato un fumatore?
Ogni quanto tempo è opportuno eseguire un controllo di questo tipo?

Grazie nuovamente

[#3] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
A mio avviso....un controllo clinico-specialistico annuale....sarebbe la scelta ottimale.......

saluti
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli