Utente 259XXX
Si sa che l'amianto inalato è quello dannoso, su quello ingerito (bevuto con l'acqua), proveniente dagli impianti idrici ci sono dei dubbi ma comunque sia dovrebbe essere meno dannoso di quello inalato. Invece vorrei domandare su quando si usa l'acqua contaminata da amianto proveniente dalle tubature, come nella mia casa c'è un impianto abbastanza vecchio, ad esempio per lavarsi e quando quest'acqua entra nel naso: diventerebbe ingerita e si comporterebbe come se assunta dalla bocca, o entrerebbe nelle vie respiratorie? Dove va a finire un liquido entrato dal naso?
Spero sia la categoria giusta visto che l'amianto è correlato alla respirazione. Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
HA DETTO BENISSIMO: L'AMIANTO E' PERICOLOSO SOLO QUANDO VIENE INALATO E IN PARTICELLE FINISSIME, TALI DA SUPERARE LE PRIME VIE AEREE E E PENETRARE NEL TESSUTO POLMONARE.
SE SOLO BAGNATE, LE PARTICELLE DI AMIANTO DIVENTANO "PESANTI" E NON PIU' FINISSIME (PARLIAMO DI DIMENSIONI DI POCHISSIMI MICRON DI SPESSORE), E NON SONO AFFATTO PERICOLOSE. NON CI SONO STUDI SULLA INGESTIONE DI GRANDI QUANTITA' DI AMIANTO, MA QUANTO PUO' NE PUO' DERIVARE DA UNA VECCHIA TUBAZIONE, AMMESSO CHE POSSA ESSERE COSTITUITA DA MATERIALE CONTENENTE AMIANTO? PENSO COMUNQUE VICINISSIMO ALLA ZERO, TENENDO ANCHE DEL FATTO CHE L'ACQUA VI SCORRA CONTINUAMENTE....
FOSSI IN LEI SAREI DEL TUTTO TRANQUILLO.
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Ok, grazie della risposta.