Utente 374XXX
buongiorno, scrivo perche sono molto preoccupata per un incidente di sci: mia nipote è stata investita da uno sciatore; l ' impatto le ha provovcato la rottura di una costola e conseguentemente la perforazione di un polmone. Attualmente è ricoverata in ospedale. Io ho avuto le notizie così per telefono, e le riferisco con la stessa imprecisione. La prognosi è di 40 giorni. La vivo come una situazione di pericolo, potete darmi qualche informazione grazie per l'attenzione, e la cortesia che sempre dimostrate.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora.
La perforazione pleurica e polmonare traumatica puo essere complicata da infezioni ed insufficienza respiratoria.
Solitamente, per mia esperienza, la mortalita' non e' elevata.
Ci tenga informati e se possibile le daremo una mano a comprendere meglio la situazione, a seconda dei dati che lei ci invia
Cordialita' ed auguri, specie alla ragazza.

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 374XXX

La ringrazio molto per la sua risposta. nel frattempo, sempre telefonicamente essendo la ragazza lontana, ho saputo dai familiari che aveva un respiro soddisfacente, che dagli esami l'ossigeno risultava adeguato e che erano presenti delle "bolle d'aria " in parte migliorate ma ancora nella dimissione che è avvenuta ieri. Non le è stato praticato drenaggio. Di perforazione non mi è stato più accennato, forse chi mi ha riferito aveva male interpretato . Domani parlero finalmente con mia nipote, tornata nella città dove risiede. Chi mi ha riferito in questi giorni mi è sembrato meno ansioso, io penso che se l'hanno dimessa, anche se con le "bolle" (? ) la costola rotta e i quaranta giorni di prognosi, avrà avuto le ragioni per farlo. Speriamo bene, anch io in questa occasione, forse per non essere stata presente, mi sono un pò agitata. Mia nipote ha da poco superato i cinquanta.. ma è sempre nel mio pensiero la mia bambina.
Grazie ancora dottor Maurizio Cecchini , auguri e cordiali saluti.