Utente 256XXX
Buonasera
Mio marito circa 15 giorni fa ha avuto febbre oltre i 39 e scendeva pochissimo con la tachipirina.
Accusava dolore alle spalle, tosse, tachicardia e mal di gola.
Ha iniziato l`augumentin ma senza successo, il medico prescrive una rx torace e nel frattempo antibiotico macladin dove trova gia un miglioramento.
Esito rx: al campo medio di sinistra in sede paramediastinica si segnala area di sfumato addensamento parenchimale delle dimensioni massime di 4,4cm circa meritevole di approfondimento diagnostico mediante esame tc.
Non lesioni ilo-pleuro-parenchimali in fase attiva x-graficamente apprezzabili nei restanti ambiti.
Emidiaframmi regilari e seni costo-frenici liberi.
F.c.v nei limiti della norma.
Da qui entriamo nel panico e andiamo in ospedale fanno esami e tac.
Gli esami sono perfetti
Esito tac: addensamento parenchimale con broncogramma aereo contestuale in sede lingulare di verosimile significato flogistico. Necessaria correlazione con dati clinico-laboratoristici e rivalutazione post-terapia.
Non ulteriori alterazioni a carico del parenchima polmonare.
Non linfonodi significativamente aumentati d dimensioni in sede mediastinica. Non versamento pleurico. Regolare aspetto degli organi mediastinici. Non versamento pericardico.
Ci mandano al reparto malattie infettive.
Diagnosi polmonite
Terapia continuare macladin + rocefin x 5gg
Il medico ha aggiunto poi cefodon x 5gg.
Adesso deve rifare la rx di controllo.
Secondo lei possiamo stare tranquilli che si parla di sicuro di polmonite?
Le.sembra presto gia fare la rx? ( purtroppo deve rientrare a lavoro) mio marito adesso sta bene non si sente più niente adesso ha solo problemi intestinali dovuti magari agli antibiotici.
Dimenticavo mio marito ha 31 anni.
Ho bisogno di essere rassicurata
La ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Battista Figlioli

24% attività
4% attualità
4% socialità
MARSALA (TP)
CASTELVETRANO (TP)
TRAPANI (TP)
PARTINICO (PA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2014
Buonasera, da quello che descrive sembrerebbe trattarsi di un focolaio broncopneumonico. La rafiografia del torace va ripetuta a distanza di qualche gg per apprezzarne l’eventuale risoluzione. Saluti
Dr. Giovanni Battista Figlioli