Nodo alla gola

Buongiorno. Tempo fa ho avuto una forte influenza con forte mal di gola e conseguenti linfonodi al collo reattivi, a detta del mio medico curante. L'influenza è passata nel giro di pochi giorni, i linfonodi no. Diminuiti certo e Non sono visibili esteriormente ma solo se si tocca il collo, sono mobili e indolore. A ciò da due settimane si aggiunge una strana sensazione di nodo alla gola e un riposo notturno discontinuo che mi fa dormire poco. Non ho alcun fastidio, mangio e beve normalmente, anzi in questi due casi il nodo sembra momentaneamente sparire.
Premesse: ho 25 anni, non fumo, non bevo e faccio attività fisica regolarmente. Ho un lavoro in ufficio e ultimamente sono parecchio sotto stress. Sono in fase allergia primaverile e di conseguenza ho spesso naso tappato.
Potrei cortesemente avere un vostro parere? Grazie mille e buon lavoro
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 6.6k 211 29
Gentile Paziente, la sensazione di nodo alla gola, più o meno doloroso o fastidioso, può essere dovuto a varie cause.
Può però essere collegato anche ad una disfunzione della muscolatura della masticazione, della deglutizione e del collo, collegata con la motilità faringea, muscolatura che a sua volta è in relazione anche con la postura della lingua e della mandibola , e quindi legata all’occlusione dentaria che il paziente presenta: l’intero sistema prende il nome di “Sistema Stomatognatico”.
Se si tenta, a titolo di esempio esasperato, di deglutire con la bocca spalancata, la cosa risulta difficile e , alla lunga, fastidiosa e a volte anche dolorosa.
Pertanto, le suggerirei di consultare anche un dentista-gnatologo esperto in problemi respiratori e della deglutizione.
Le suggerirei anche di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1934-il-nodo-alla-gola-il-bolo-isterico-e-sempre-isterico.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-nel-sonno-e-disfunzioni-cranio-mandibolo-vertebrali.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
edber@studiober.com - www.studiober.com

[#2]
Attivo dal 2017 al 2024
Ex utente
Buongiorno dottore, la ringrazio della sua risposta. Leggerò senz'altro l'articolo. Nel frattempo mi sono recato dal medico che, dopo avermi tastato il collo e esaminato la gola, ha notato un certo rossore e mi ha detto che potrebbe essere reflusso gastrosofagesico. Mi ha prescritto del gaviscon che ho iniziato a prendere ieri. Il nodo in gola si fa sentire un po' meno durante il giorno e sono due notti che riesco a dormire tranquillo. Tuttavia, è possibile che abbia riscontrato un reflusso pur non avendo io la sensazione di acido che torna su in gola o particolari dolori forti allo stomaco?
[#3]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 6.6k 211 29
La diagnosi reflusso gastroesofageo (GER) non è agevole: è quasi sempre piuttosto presuntiva, e si conferma ex adiuvantibus con il successo terapeutico.
Comunque può rientrare anche nella mia ipotesi.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html

Cordiali saluti ed auguri
Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto