Utente 184XXX
Buonasera, sono una ragazza di 31 non fumatrice (da più giovane fumavo) molto sportiva e che conduce una vita sana.
Con il caldo torrido di questa estate bolognese per il primo anno ho deciso di usare aria condizionata durante la Notte
Mi sono venute le placche e febbre e la la dottoressa mi ha prescritto 10 giorni di antibiotico. Le placche se ne sono andate dopo un paio di giorni, lasciando comunque il mal di gola, ma al 5 giorni di antibiotico mi sono addormentata con l’aria condizionata molto forte e svegliata con una fastidiosa tosse secca che mi sto trascinando da 5 giorni. (Oggi ultimo e 10mo giorno di antibiotico) È una tosse moderata che non mi sveglia di notte ma che sembra apparire quando la gola ‘solletica’. Ogni anti sento un po’ di catarro in gola che sento di dover espellere con un colpetto di tosse o con il fastidioso rimorino da ‘raschietto’. Ogni mattina mi sveglio con la gola molto secca ma la tosse è più o meno stabile durante la giornata. Il problema vero è che io sono una grave ipocondriaca, che sta tentando ogni cura possibile con la speranza che prima o poi qualcosa funzioni. Cerco ossessivamente i sintomi del tumore al polmone e parlano proprio di tosse secca e temo sia proprio il mio caso. Che ne pensate? Dovrei forse fare un RX TORACE? Ci sono segnali di un tumore ai polmoni?
Vi prego aiutatemi sono allo stremo delle forze psichiche.

Grazie e scusatemi in anticipo per la lunghezza infinita di questa richiesta
Maria

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il suo lungo post si può sintetizzare in quello che dice qui:
"Il problema vero è che io sono una grave ipocondriaca, che sta tentando ogni cura possibile con la speranza che prima o poi qualcosa funzioni."
Se sta facendo cure specifiche per l'ipocondria le consiglio di rivedere con lo psichiatra farmaci e dosaggi (che per la sua patologia devono essere più alti che per i disturbi d'ansia e depressivi).
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 184XXX

Buongiorno, grazie mille per il riscontro... nel mio delirio ipocondriaco ho visto uno pneumologo e ho fatto una RX torace... negativa. Lei pensa debba fare anche una tac? Oggi sono 20
Giorni che ho la tosse,pare essere una tracheite che lo pneumologo ha ritenuto dovesse passare ‘da sola’. Lei è dello stesso avviso? Crede che con una RX torace potrei stare più tranquilla in merito al tumore ai polmoni? Devo ammettere che la tosse attualmente si è ridotta notevolmente da quando sono al mare, ma è ancora presente soprattutto la mattina o il tardo pomeriggio.
Per l’ipocondria sono stata dal mio psichiatra e sto prendendo en 25 goccie 3 volte al dì per superare La fase acuta.. purtroppo ad agosto sono tutti in ferie e sono stata da uno psichiatra in extremis prima di partir. Che ne pensa in merito alla mia tosse? Lo pneumologo diche che devo abituarmi al fatto che può durare anche un mese... è vero? Al centro di RX/tac/risonanze preferirebbero non farmi una tac vista la negatività della RX..
Attendo sue e davvero grazie per prendermi in considerazione. Sono davvero imbarazzata per la mia pedante paura.

[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Tutto parte dall'idea che il condizionatore faccia "male". Se ci pensa in Pronto Soccorso, sale operatorie, luoghi di degenza ci sono i condizionatori, che migliorano le condizioni di vita, se usati con criterio (come tutte le cose): facessero tanto male non li userebbero, no?
Il suo dubbio ipocondriaco non si placa facendo esami su esami, anzi peggiora.
L'En è un rimedio di emergenza, non è una terapia. Quando torna il suo psichiatra le potrà prescrivere una terapia adeguata (a dosaggi relativamente alti, perché l'ipocondria è un disturbo resistente), nel frattempo più riesce a distrarsi dai pensieri relativi a malattie, tosse ecc meglio è. So che è difficile, ma meno ci pensa e meglio sta.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 184XXX

La ringrazio molto per i suoi consigli psicofarmacologici, li comunicherò prontamente al mio psicofarmacologo al suo roentro.
ma in merito alla tosse (effettivamente esistente) come mi muovo?


Grazie

[#5] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Come le ha detto lo pneumologo, passerà da sola, non ci faccia caso.
Franca Scapellato

[#6] dopo  
Utente 184XXX

Buongiorno,
Io continuo ad avere tosse, sono ancora in Salento e temo davvero di avere qualcosa di brutto. Vorrei una risposta da qualche pneumologo in merito ma evidentemente sono giustamente tutti in ferie.
Le persone intorno a me mi dicono tutti sia psicogena perché quando dormo non l’ho mai però io sono davvero terrorizzata.
Sto prendendo en ma a questo punto è passato 1 mese!! Un mese tosse?? Mi sento sottovalutata perche ipocondriaca... :(