Utente 182XXX
Buona sera, volevo se possibile un'informazione sono 5 gg che la sera prima di andare a dormire prendo una compressa di ansiolin per disturbi dovuti all'ansia ed alla depressione e diciamo che con la prima (l'ansia) ho già notato buoni risultati, questa mattina al risveglio ho fatto molta fatica più del solito, sonnolenza, nausea apatia .... può essere "colpa" dell'ansiolin, oppure sono i soliti distrubi psico-somatici di cui sono affetta anche se in modo più leggero!!!! Grazie!!!!

[#1]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente!

ho lette le Sue domande precedenti, e mi sembra che siamo al punto di prima. E' riuscita a farsi vedere da uno specialista in psichiatria?

Ansiolin può dare la sonnolenza diurna. Come lo Xanax, entrambi sono farmaci efficaci sull'ansia, ma solo in modo temporaneo e non curano la Depressione, essendo solo sedativi, benche' anche questo può essere importante.

Il Cipralex avete dovuto sospendere. Poteva trattarsi di effetti collaterali iniziali di Cipralex, evitabili con l'inizio della terapia a dosi ancora più basse. Ma bisogna tenere conto anche della Sua Sindrome Linfoproliferativa Autoimmune (per questa malattia assume altri farmaci? fa dei controlli?), la quale può di per sé manifestarsi con alcuni sintomi psichici e interferire con le nuove terapie che Le vengono prescritte.

E' indispenabile lo specialista, al quale riferire tutta la Sua situazione per aiutarlo ad avere uno sguardo d'insieme e trovare la soluzione per Lei.

un saluto,
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#2] dopo  
Utente 182XXX

La ringrazio per avermi risposto, i medicinali mi sono stati prescritti da un neurologo, il quale mi ha assicurato che con la mia malattia lo xanax sarebbe stato perfetto perchè mi avrebbe aiutato anche con il problema della stanchezza cronica che da la malattia, mi ha detto che era un medicinale che non interferiva, con il plaquenil, altro medicinale che assumo per la mallattia, La prossima settimana andrò dal medico che mi tiene in cura e vediamo se lui riesce ad aiutarmi, altrimenti mi rivolgerò ad uno psichiatra che forse e più indicato rispetto ad un neurologo .... e che l'attesa per la visita mi sembra così lunga ed io mi sento così male ..... che volevo riuscirci a capire qualcosa soprattutto su questi distrubi psico-somatici che insieme all'ansia mi stanno massacrando.
La ringrazio è stato molto gentile, un'ultima informazione qual'ora il medico non mi sappia aiutare e mi dica di rivolgermi ad uno psichiatra lei conosce qualcuno su roma, altrimenti brancolo nel nulla.... Grazie infinite!!!!

[#3]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
da quanto tempo è in terapia con il Plaquenil?
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#4] dopo  
Utente 182XXX

Sono sei mesi, ma in passato lo ho assunto anche per due anni consecutivi, ma magari emotivamente era un'altro periodo, lei pensa possa essere il medicinale a darmi questi disturbi, o meglio a peggiorare i sintomi, perchè i primi attacchi di ansia li ho avuti che ancora non prendevo il plaquenil. Grazie

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

a) è stata fatta una diagnosi di questo problema, perché altrimenti diventa un insieme di sintomi senza capo né coda, in cui lei ogni volta si preoccupa del sintomo attribuendolo come prima cosa all'ultimo elemento che ha fatto ingresso nella questione (il farmaco per esempio).
b) i farmaco come questo sono molto efficaci ad un primo impatto, ma l'efficacia non si mantiene nel tempo, per cui non si capisce esattamente per quanto debba utilizzarli. Il meccanismo con cui perdono efficacia comporta assuefazione, per cui la successiva sottrazione deve essere graduale, richiede guida medica e non sempre è agevole.
c) sarebbe quindi il caso che si facesse diagnosi e previsione di come il disturbo evolve, così da pianificare una cura, nella composizione e nei tempi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Sono d'accordo con il collega, Dott. Pacini, il quale si riferisce, penso, al disturbo d'ansia e alla cura con l'ansiolin e con lo xanax.

Non sto sostenendo che i Suoi disturbi sono da Plaquenil (nome chimico: idrossi-clorochina), anche perche' non posso fare diagnosi via internet, e perche' il giudizio in merito compete di più allo specialista in reumatologia o in immunologia quale, mi auguro, il Suo medico curante
sia; però intendevo che non è da escludere che alcuni dei Suoi disturbi possano essere associati al farmaco, in modo particolare e caratteristico (benche' non capita a tutti) la debolezza muscolare (anche dopo un periodo che il farmaco non ha dato problemi), come anche alcuni altri disturbiche Lei lamenta. E' vero, i farmaci come Ansiolin e Xanax non hanno interazioni abbastaza significative con Plaquenil, come molecola. Però non migliiorano la debolezza muscolare, perche' anzi, rilassano i muscoli. Fin quanto i disturbi possano essere la conseguenza della sua malattia autoimmune o/e del farmaco che assume per curarla è un quesito da sottoporre al Suo medico curante, e, se lui non saprà risponderLe, cercare uno specialista in reumatologia o immunologia che La visiti e che Le risponda. Tutto ciò per aiutare allo psichiatra, dal quale andrà.

Il regolamento del nostro sito non permette di dare i riferimenti diretti dei colleghi, però sul sito stesso si può trovare gli elenchi degli specialisti per specialistà e per città.

un saluto,
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#7] dopo  
Utente 182XXX

Buon giorno e grazie per avermi risposto, gli antidepressivi mi sono stati segnati da un neurologo per una cura di due mesi e poi da rivedere, mentre per la malattia sono in cura da un reumatologo esperto in medicina interna che quando ho chiamato per comunicargli i distrurbi alle gambe mi ha prescritto del cortisone da 5 mg a scalare per un mese ..... il risultato nullo, la debolezza continua e ovviamente anche l'intontimento ecco perchè io ho attribuito tali disturbi come psico-somatici dell'ansia della depressione o dello stress che dir si voglia ... cmq il 18 gennaio vado a visita di controllo con il reumatologo e vediamo che mi dice!!!!! Dopo di chè come ho già detto prima passerò da uno psichiatra!!!!! Grazie ancora e buona giornata!!!!!!

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

A quali antidepressivi si riferisce ? Cipralex sospeso ? Da rivedere in che senso ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 182XXX

Allo xanax e al cipralex, che ho sospeso entrambi, da rivedere nel senso che il neurologo mi ha detto di fare la terapia per due mesi e poi di tornare da lui per una visita di controllo. Grazie ancora!!!!

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non so, è possibile che abbia frainteso. Le avrà detto di tornare da lui, ma perché di sospendere la cura con cipralex dopo due mesi ? Non vedo il senso, è un periodo brevissimo in cui si fa in tempo a vedere dei risultati.

Al momento non c'è una diagnosi, non c'è una cura. Contatti il neurologo per avere conferma del fatto che dovesse sospendere il tutto.

Xanax non è un antidepressivo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it