x

x

Passaggio da paroxetina a sertralina

Buonasera,
sono una ragazza di 24anni affetta da disturbo ossessivo compulsivo in cura da piu'di un anno al centro di salute mentale.
Per un anno intero la psichiatra mi ha somministrato sereupin (due pastiglie al giorno),poi ha deciso di cambiarmi terapia prescrivendomi zoloft (200mg al giorno).
Vorrei sapere se i due principi attivi agiscono in maniera differente,e capire perchè,se è possibile,le ossessioni sono quasi sparite,mentre i rituali (più spesso di controllo) sono rimasti e addirittura in certi casi aumentati.
Inoltre volevo sapere se è vero che la rinazina spray nasale interagisce con lo zoloft,la farmacista mi disse di no,e per una volta che nn ho letto il bugiardino,ho passato 2settimane di insonnia..leggendo il bugiardino ho scoperto che non bisogna assumere in caso di uso di antidepressivi...Cosa potrebbe succedere?
Ringrazio i medici che risponderanno alla mia domanda.
Cordiali saluti,
L.
[#1]
Dr. Rosa Patrizia Sant'Angelo Psicoterapeuta, Psichiatra 26
Sia la Paroxetina che la Sertralina sono farmaci antidepressivi appartenenti alla classe degli SSRI (Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina). Entrambi si sono dimostrati efficaci nel trattamento del DOC. Il passaggio da una molecola all'altra potrebbe essere stato dettato da una scarsa risposta terapeutica ottenuta durante il primo anno di trattamento con paroxetina o dalla presenza di effetti collaterali. Numerosi studi hanno dimostrato la buona tolleranza della sertralina anche per periodi di assunzione lunghi non soltanto negli adulti ma anche in bambini ed adolescenti.
La nafazolina è un vasocostrittore che spruzzato nelle cavità nasali funge da decongestionante della mucosa. La cosomministrazione con Antidepressivi Triciclici o Inibitori delle MAO deve avvenire con cautela poichè potrebbe determinare aumenti pressori. Non mi è nota un'interazione della nafazolina con gli SSRI.

Dr. Rosa Sant'Angelo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dr.ssa Sant'Angelo,la ringrazio moltissimo per la Sua risposta.
Mi auguro presto che quest'incubo del DOC sparisca il più presto possibile.
Cordiali saluti,
L.
[#3]
Dr. Gabriele Tonelli Psichiatra, Psicoterapeuta, Perfezionato in medicine non convenzionali, Neuropsichiatra infantile 327 11
Tutti gli SSRI, come indicato dalla collega, presentano una generica indicazione nel Disturbo Ossessivo Compulsivo. Quelli con il maggior numero di studi a supporto della loro efficacia sono la Sertralina (Zoloft), la Fluvoxamina (Fevarin) e la Clomipramina (Anafranil).
Di tutti e tre quello considerato a maggiore efficacia è l'ultimo Clomipramina, però questo è anche quello con maggiori effetti collaterali, soprattutto a livello cardiologico. Per cui non viene più ormai considerato un farmaco di prima scelta.
Per quanto riguarda la scomparsa solo di alcuni sintomi, la mia personale esperienza è che spesso nel Disturbo Ossessivo Compulsivo migliorino più facilmente gli aspetti cognitivi (le ossessioni) e più lentamente quelli comportamentali.
Per quanto riguarda la durata della terapia, purtroppo generalmente non è mai inferiore ad uno o due anni, peraltro generalmente la risposta al trattamento farmacologico è piuttosto buona, per cui anche se si dovrà armare di tanta pazienza, ci sono buone possibilità che la Sua condizione possa migliorare.

Cordiali saluti

Gabriele Tonelli

Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimi dottori,
approfitto ancora della vostra disponibilità per chiedervi un'altra cosa,che riguarda un effetto collaterale che mi sta provocando la sertralina.
Riguarda il fatto che da qualche settimana (in concomitanza con il cambio di terapia) ho la necessità nonchè l'urgenza di andare in bagno dalle 6-7 volte al giorno.Ho letto che può provocare diarrea,ma non credevo così frequente.
E'un effetto che durerà a lungo o è il caso che mi armi di buona volontà a prepararmi astringenti naturali (come acqua e limone)?
Grazie mille ancora.
Cordiali saluti
L.
[#5]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Gentile utente,
ne parli al più presto con il suo psichiatra, perchè questo(se escluse cause organiche di altro tipo)potrebbe essere un indicatore da sovradosaggio di sertralina. Per i rituali, concordo con il Dott. Tonelli nell'affermare che spesso i sintomi comportamentali sono più lenti a diminuire. A questo proposito potrebbe essere utile l'associazione con una terapia di tipo cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta,
dovrei vedere la psichiatra ad aprile,ma a questo punto le chiederò un appuntamento prima.
Ho cominciato a prendere dei sali minerali (magnesio,potassio e zinco) per tamponare le perdite causate da questo scombussolamento.
Ricordo che ad inizio terapia avevano discusso se farmi intraprendere la terapia cognitivo-comportamentale,ma poi hanno deciso di no.
Mi conforta sapere che i rituali potranno diminuire,ora sono più fiduciosa nei confronti dei medicinali che per mesi rifiutavo,ed effettivamente la depressione si è placata,anche se è presto per dirlo,ma mi sembra di fare qualche progresso.
Grazie ancora per la disponibilità,è bello sapere che si possono avere dei consulti da medici competenti.
Cordiali saluti,
L.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio