Utente 642XXX
Salve a tutti, mi chiamo Daniele, ho 18 anni, ho sempre vissuto una vita normalissima ma da un mese a questa parte tutto è cambiato...
Tutto è iniziato quando una notte mi sono svegliato improvvisamente spaventato e cn la sensazione di nn sapere dove mi trovassi (ero nella casa che ho in affitto all'università); questa situazione mi è capitata di nuovo qualche settimana dopo a casa mia, e ce ne ho messo per riprendermi... ora a questi attacchi di panico si è aggiunto una specie di senso di angoscia, mi sento continuamente come se da un momento all'altro nn dovessi ricordarmi più chi sono, chi sono i miei genitori, dove abito, etc; questo mi provoca un angoscia immane, ho paura di dover impazzire da un momento all'altro, e mi sento in un continuo stato di confusione mentale... Aggiungo per concludere che prendo da una settimana gocce di Minias per cercare di dormire la notte, ma questo è sempre difficoltoso e il sonno è sempre agitato con sogni quasi deliranti... Vi prego, ditemi cosa puo' essere, ho il terribile sospetto che sia un qualche tipo di malattia cerebrale, inoltre mi è comparsa anche una specie di ipersensibilità alla luce (cosa che però avevo già avuto in precedenza)...
Grazie a tutti di cuore per le vostre risposte!

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

la valutazione diagnostica necessita di alcuni esami che devono essere praticati per escludere la presenza di altre patologie responsabili di tale quadro.
Oltretutto, non si puo' parlare di attacchi di panico se non seguendo i criteri specifici del manuale diagnostico ed attualmente, mi pare che i criteri non siano soddisfatti.
L'assunzione di Minias non e' risolutiva della sua condizione ed a lungo andare tale trattamento puo' comportare dipendenza ed assuefazione.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psichiatra, parlando preventivamente con il suo medico di famiglia per la valutazione di altre condizioni che devono essere escluse.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 642XXX

La ringrazio per la sua risposta..
Potrei sapere pero' secondo il suo parere da cosa potrebbe dipendere questo mio malessere?
Che esami mi consiglia d fare? Premetto che la settimana scorsa ho fatto le analisi del sangue, tutte normalissime, tranne la bilirubina indiretta che risulta un po' elevata.
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

e' stata esplorata la funzionalita' tiroidea?
In assenza di considerevoli alterazioni della analisi del sangue sarebbe opportuna una valutazione specialistica.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 642XXX

Intende valutazione specialistica sulla tiroide o in generale a livello psichiatrico?

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#6]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
non posso che rinforzare il concetto: deve effettuare una valutazione specialistica all'interno della quala sarà possibile escludere disordini specifici, diagnosticare correttamente il problema ed intraprendere il trattamento più adeguato al suo caso.
Cordialmente
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com