Lamotrigina

Gentili dottori,

A seguito di un "non miglioramento" della condizione clinica, il mio curante ha optato per l'aumento del lamictal da 100mg a 150mg. In effetti una volta ascoltate le mie lamentele sulla condizione di base non proprio soddisfacente e di queste miniricadute depressive che continuano ad assillarmi, la decisione che gli è sembrata più opportuna è stata quella di aumentare proprio questo farmaco.. Soffro di ciclotimia con prevalenza di aspetti depressivi e ricadute maggiormente orientate sul polo depressivo. Le mie domande sono, dal momento che lo psichiatra mi ha spiegato che questo farmaco agisce come stabilizzatore, ma che ha una maggior capacità di allungare il tempo tra una ricaduta depressiva e l'altra, è possibile ipotizzare che il dosaggio precedente di 100 non fosse ancora "pieno" e da qui le continue ricadute depressive anche ravvicinate? Con la dose attuale di 150 mg è possibile, in linee generali, prevedere che la copertura, in questo senso, sarà maggiore? Mi rendo conto che la risposta al farmaco è soggettiva, chiedo solo, riguardo le dosi, perchè immagino ci siano dei range standard ai quali affidarsi e porrei questa domanda anche in base alla vostra esperienza clinica con questo farmaco: nella vostra esperienza un dosaggio maggiore di 100 comincia ad essere uno di quelli più utili per la prevenzione delle recidive depressive? Infine, il curante mi ha spiegato anche che il farmaco dovrebbe avere anche qualche proprietà antidepressiva, risulta anche a voi? Cioè, può essere in parte risolutivo di un periodo "acuto" come quello in cui mi trovo, orientato sul polo depressivo? Grazie dell'attenzione, cordialmente.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.5k 1k 63
Il farmaco funziona a dosaggi standard secondo quanto stabilito dalla scheda tecnica.

Come più volte ripetuto, la sua terapia non raggiunge la dose massima per cui è possibile che non ci siano miglioramenti.

Allo stesso tempo, pone in essere la possibilità che le terapie siano cambiate perché non è mai soddisfatto.

Inoltre, dopo aver ricevuto tutte le notizie relative all'uso del farmaco perpetra con richieste in quanto non ha sufficiente fiducia di chi la cura.

Dr. F. S. Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Gentile dott. Ruggiero, si riferisce a qualche farmaco in particolare quando dice che non raggiunge la dose massima? Magari proprio al lamictal, che ho visto come indicazione di dose massima 200mg? Gli altri farmaci mi sembrano a dosaggi congrui: Seroquel 300, depakin 1250, litio 750, abilify 10mg. Può indicarmi cortesemente se crede che i dosaggi di questi farmaci non siano congrui? Grazie dell'attenzione, cordialmente.
Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto