Utente 339XXX
Salve, ho 46 anni, vivo coi genitori, vorrei esporvi il mio problema. Ho sempre avuto la propensione al disturbo ossessivo compulsivo fin da molto giovane, si trattava più che altro del tipo "da controllo" ma era abbastanza lieve e non mi dava problemi. Ma negli ultimi 10 anni a questo si è aggiunto un pesante disturbo ossessivo da contaminazione (da vari elementi). Credo sia diventata una sorta di ossessione continua più che doc, quindi non so bene di che si tratta esattamente Questo è andato col tempo sempre aumentando, e influenza la mia vita e qualunque tipo di relazione sociale in modo pesante, si è aggravato in particolare 5 anni fa, sono aumentate le mie ossessioni verso determinate cose potenzialmente contaminanti. Non ho mai effettuato nessuna cura a livello di farmaci, e i miei familiari credo sappiano nulla o molto poco del mio problema, probabilmente non sanno di che si tratta e non ho mai voluto parlarne.
Posso fare degli esempi per far capire la situazione: sono infatti oltre 10 anni che non riesco piu a lavorare, questo problema praticamente mi impedisce di uscire di casa, se non raramente e perlopiù solo di notte, mi sono praticamente autorecluso in casa. Inoltre mi costringe a non lavare più gli indumenti (so che è paradossale, ma inutile spiegare il meccanismo o le motivazioni assurde che mi portano a questo), ma anche una miriade di altri condizionamenti e comportamenti senza senso.
Vi chiedo, in una situazione di questo tipo potrei presentare una domanda per ottenere una percentuale di invalidità, e nel caso a chi mi dovrei rivolgere?
Considerate anche il mio problema ad uscire, che è un impedimento anche per fare le operazioni più semplici, compreso effettuare queste stesse che vi sto chiedendo, o persino il dover fare delle visite.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Ma lei vuole chiedere l'invalidità prima di aver provato a curarsi?
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Ha ragione, ma il mio problema se ha letto quello che ho scritto è proprio il curarmi, cioè l'uscire di casa, anche per andare a fare una visita, ma anche l'assumere farmaci, tra le altre cose. Tutto questo rappresenta proprio il mio problema.