Utente 490XXX
Buonasera, ho scritto ieri per un consulto su pensieri disturbanti e ossessivi, oggi volevo chiedere una cosa per quanto riguarda i miei ricordi. Mi rendo conto che molto facilmente delle piccole cose come oggetti, volti, frasi, parole, suoni, odori, canzoni e altro mi portano facilmente alla mente dei ricordi ma alcuni di questi non m'interessano, nel senso che non voglio riaffiorino infatti questa cosa è collegata al consulto che ho chiesto ieri in quanto i ricordi che non voglio avere sono collegati a persone di sesso femminile del passato e la cosa mi disturba perché non voglio creare sofferenza alla mia ex ragazza per queste cose, vorrei chiedere un parere su quest'argomento gentilmente, sarebbe il caso di prendere psicofarmaci? La cosa mi spaventa perché ho paura degli effetti collaterali o che magari mi facciano diventare un'altra persona, voglio solo non avere tutti questi problemi cosicché non avrei problemi con una possibile ripresa com la mia ex ragazza e non mi andrebbe il cervello in poltiglia Grazie im anticipo e chiedo gentilmente anche di poter dare altre risposte al mio consulto precedente

[#1] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

"..vorrei chiedere un parere su quest'argomento gentilmente, sarebbe il caso di prendere psicofarmaci?.."

Gli psicofarmaci,
come tutti i farmaci,
sono di competenza medica.

Se ritiene, giriamo il suo consulto in quell'area.
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#2] dopo  
Utente 490XXX

Buonasera, si sarebbe perfetto grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
La visita psichiatrica è il primo passo perché si possa stabilire una diagnosi ed un eventuale trattamento farmacologico conseguente.

Potrà essere il caso di assumerne secondo la valutazione dello specialista nonché della sua condizione clinica generale che viene preventivamente valutata.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it