Utente 470XXX
Buonasera sono in cura con abilify 10mg, da vari mesi, ,ma di recente ho notato perdita eccessiva di capelli, frequente diarrea, labbra e mento che mi tremano piu del solito, eccessiva sonnolenza e continui incubi notturni.

Potrebbe il tutto configurarsi in effetti collaterali del farmaco?
Spero che un professionista possa dirmi se e' il caso di segnalarlo subito al mio medico?
Sono dei segnali di cui preoccuparsi?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Di segnalarlglielo ovviamente sì, anche al medico di base in prima istanza, se non trova lo specialista.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Il medico di base mi dice che devo parlare con lo specialista che mi ha in cura.
lo pero' lo trovo poco professionale.
Sara' pure in grado di valutare.
Il mio specialista lo vedo una volta ogni 2 mesi e dovrei vederlo fine agosto.
Pensa sia il caso di contattarlo prima?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, certo. Ascolti, però è inevitabile che le si diano risposte del genere se la domanda è "dovrei sentire il mio medico", per cui mi pare assurdo che si rivolga qui per sapere se è il caso che senta il medico, e lo chieda due volte entrando nel dettaglio.

Sono sintomi da valutare, mi sembra ovvio che qualcuno debba visitarla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 470XXX

Quindi secondo lei non e' il caso di aspettare la visita di fine agosto giusto?
Sarebbe il caso quindi, visti questi sintomi, di chiedere al piu presto una visita?
La ringrazio

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E quindi, dimostrando di non aver letto la risposta, lo richiede ben altre due volte !!
La stessa cosa, come niente fosse.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 470XXX

Non crede forse che se ho fatto tale domanda e' perche' non mi era sufficientemente chiara la sua risposta?
forse crede di parlare con persone che non hanno difficolta' mentali come lei?
Oltre alla professionalita' ci vuole anche pazienza e gentilezza nel suo lavoro quando si ha a che fare con persone che soffrono.
Vorrei solo ricordarglielo.

grazie per la sua cortese risposta.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Accidenti, non era chiara ?

Prima risposta:

"Di segnalarlglielo ovviamente sì, anche al medico di base in prima istanza, se non trova lo specialista."

Seconda risposta:

"Sì, certo. Ascolti, però è inevitabile che le si diano risposte del genere se la domanda è "dovrei sentire il mio medico", "

Non è questione di pazienza o gentilezza, visto che per ben due volte è stata data una risposta, oltretutto anche spiegandole come non abbia senso porre domande del genere su un sito.
Si può rispondere a varie cose, ma che senso ha chiedere "devo rivolgermi al mio medico ?".

Non c'è modo in cui non si possa aver capito la risposta, ripetuta due volte con relativo commento.

Quindi eviti di accusare gli altri di mancata gentilezza e pazienza quando neanche legge le risposte.

Per sicurezza comunque lo scriviamo qui a seguire tre volte

Si rivolga sicuramente al suo medico, allo specialista o a chi riesce a trovare, senza attendere.

Si rivolga sicuramente al suo medico, allo specialista o a chi riesce a trovare, senza attendere.

Si rivolga sicuramente al suo medico, allo specialista o a chi riesce a trovare, senza attendere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 470XXX

Quindi mi sta denigrando e mi prende anche in giro, eppure lei e' uno psicoterapeuta oltre a essere uno pschiatra e sa benissimo che un atteggiamento come il mio.....necessitava di rassicurazioni (visti i timori) e non di offese come lei in questo ultima risposta ha volutamente fatto.

E' molto triste e credo che non occorrrano ulteriori commenti al suo comportamento "dottore".

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, io mi attengo a quello che Lei mi dice. Visto che non era chiaro,. devo renderlo il più chiaro possibile, anche se in effetti potrebbe sembrare un eccesso.

E' Lei che ha detto di non aver capito e che, dopo due risposte secche e chiare, con preghiera di non porre domande di quel tipo perché non trovano risposta in questo spazio, ha ripetuto per ben due volte la stessa domanda.

Non ha chiesto alcuna rassicurazione di alcun tipo. Cerchi di fare attenzione alle parole che usa.
Lei ha chiesto cosa doveva fare, se rivolgersi al medico, quando farlo, se aspettare o meno, il tutto dopo aver avuto due risposte.
Questo non è chiedere rassicurazioni. E comunque, non ha senso chiedere rassicurazioni, se questo era il senso (non espresso) del consulto. Prima presenta una serie numerosa di sintomi, dice che sono venuti ora e prima non c'erano, e in che senso pretenderebbe di essere rassicurata ? Tirando a indovinare ?

Niente richieste di rassicurazione, che sarebbero comunque state non costruttive con una premessa del genere, e insistenza come se dovessimo sostituirci ad una sua decisione, o basarci su nessuna valutazione per decidere se deve o meno andare dal medico a farsi vedere. Ci mancherebbe. Le ripeto: espressa così, la domanda non può trovare alcuna risposta di rilievo.

Per quanto riguarda la chiarezza, visto che l'ha trovata talmente eccessiva da essere offensiva, è quindi evidente che era chiaro già prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 470XXX

Mi dispiace veramente ma ho trovato estremamente sconveniente il suo linguaggio e il suo modus operandi e mi sento offeso come persona e paziente e fossi in lei mi farei qualche domanda.

Obtorto collo, nonostante le sue offese inopportune, la ringrazio e la saluto.

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è mio paziente. Questo è un sito di consulti.
Insistere ciecamente con una domanda non consentita dalle linee guida, e oltretutto dire che la risposta "non era chiara" per poi risentirsi perché uno la scrive tre volte (quindi era chiarissima), significa voler insistere su una domanda già scoraggiata. Il tutto per poi cambiare senso e dire che si voleva rassicurazione, non è chiaro su cosa, sul non farsi vedere dal medico ? Dopo quella sfilza di sintomi, questo sarebbe stato lo scopo della domanda....
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it