x

x

Il caso che mi rivolga ad uno psichiatra

Gent.mi dottori,
da piu' di un anno avverto i seguenti sintomi:non riesco ad alzarmi la mattina,e' come se nn avessi la forza di farlo,pur volendolo;il giorno ho sempre sonnolenza;sento la testa come se fosse vuota,come se non fossi in grado di fare rapidi ragionamenti e ci fosse un peso ad opprimermi (questo mi sta creando dei seri problemi perche sono mesi che non rieco a dare un esame all'universita';durante il tirocinio mi sento come se fossi stupida,rallentata,come se mi trovassi in un'altra dimensione,avverto come un senso di irrealta'):a volte percepisco la sensazione come di stare per piangere senza pero'che accada.Mi sento molto rallentata nei movimenti,per fare un'azione devo sforzarmi...mi comporto da pigra ma non lo faccio volontariamente.insomma percepisco i sintomi della depressione ma io non mi sento triste,mi ritengo una persona molto positiva,non ho avuto recentemente delle esperienze che mi abbiano fatta soffrire.eppure sono completamente incapace di uscire da questa situazione che mi pesa enormemente per il fatto dello studio.Vorrei sapere se si tratta di depressione e se e' il caso che mi rivolga ad uno psichiatra.Non l'ho fato perchè purtroppo mi vergogno molto ad afrontare la visita,anche se mi rendo conto che non dovrei.
Grazie molte.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Gentile utente,

i sintomi descritti non sono esclusivamente indicativi di patologie depressive ma possono essere presenti anche in altri quadri clinici che devono essere indagati in modo opportuno.
Se ha gia' effettuato esami specifici, comprensivi del profilo tiroideo, allora si potra' parlare di depressione dopo una visita psichiatrica.

Parli con il suo medico di famiglia e si faccia indirizzare eventualmente da uno psichiatra.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/