Utente 585XXX
Salve sono una ragazza molto insicura, prima d"ora non ho mai avuto dubbi sul mio orientamento sensuale pur non avendo avuto mai delle esperienze con ragazzi, mi sono sempre piaciuti e non ho avuto dubbi, un giorno guardando una foto di una ragazza e suscitandomi qualcosa ho pensato che se.
mi fosse piaciuto è perché molto probabilmente mi piacciono le ragazze, ho iniziato un discorso interiore domandandomi come fosse possibile a me son piaciuti sempre i ragazzi, e da lì ansia angoscia mo svegliavo la mattina ed era il mio primo pensiero, ho iniziato a fare test su internet e guardare testimonianze, in passato mi è capitato il pensiero che mi potesse piacere una mia amica, ma è stato un pensiero.
passeggero e non mi ha dato nessun problema, o di guardare una ragazza ma a livello di apprezzamemto e non senssuAle da quando ho i dubbi sono tutti dei sintomi della mia omosessualità e mi sono convinto che sono io che no riesco ad accettarla, mi sono rivolta ad uno specialista e mi ha detto che tutto è legato ad u fattore di insicurezza, mi è passato tutto e non ci pensavo quasi più.
Poi il problema è tornato ed è peggio di prima molto più angoscia e ansia avevo ed ho alcune crisi di pianTo perché non riesco ad uscire e a capire cosa mi sta succedendo, ho avuto dei pensieri brutti che volevo.
morire, perché sto male, mi guardavo e tutt'ora cerco della reazioni per capire se ho delle sensazioni guardando le ragazze, ma mi sono autoconvinta che forse sono io che non riesco ad accettarlo e anche questa cosa del Doc è una scusa, ho avuto un bacio con la mia amica, ma è finita li la cosa mi ha fatti stare male e non mia aiutato a capire mi ha messo.
più Angoscia e ansia e tristezza, nei.
momenti lucidi riesco a capire che mi piacciono i ragazzi ho sempre sognato la famiglia e i figli (questo non perché due persone dello stesso non possono farlo, ovviamente io non ho niente contro gli omosessuali...vorrei sapere se fosse possibile che io non riesco ad accettare questo mia eventuale cambiamenTo?
se è possibile che un omosessuale non si aceti?
e il mio è un caso di doc?
e possibilie che dipenda da una basa autostima?
grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
".......mi sono rivolta ad uno specialista e mi ha detto che tutto è legato ad u fattore di insicurezza......."
è possibile che la corretta rassicurazione ricevuta abbia avuto un effetto però non duraturo, forse andrebbe fatto un lavoro più completo di tipo psicoterapeutico, che migliori la stima di sè,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Ma quindi è Doc?fissazioni? bassastima o cosa? omunque si certamente ho capito che non mi basta un consulto solo per risolvere il.problema,in realtà m ne ho avuti due di consulti ....nel primo caso come le ho detto mi ha detto che è legato alla bassastima,secondo consuto che sono attratta dalle done,solo che questa cosa e come se non mi appartenesse,però ho anche paura che sia una non accettazione e non so se il Doc porta a questo... ma che ci sono tante problematiche nella.mia vita da.risolvere....

[#3]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
è probabile che sia presente anche un dubbio patologico correlato ad un tratto di disturbo ossessivo compulsivo oltre alla bassa autostima, ma come già detto potrebbe essere utile un percorso terapeutico per affrontare adeguatamente il problema.
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 585XXX

Ho letto qualcosa sul dubbio patologico,ma è u problema basato su delle paure infondate o reali..un tratto di Doc significa che il Doc è rilevante o in fluisce molto?con il secondo specialista ho deciso di intraprenderè infatti un percoso terapeutiCo...la ringrazio per le risposte e mi scuso delle troppe domande

[#5]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
il termine "patologico" definisce il dubbio, il contrario sarebbe " fisiologico".
Sta al medico che eventualmente la visiterà stabilire nel suo caso se sia presente o meno un conclamato disturbo ossessivo e se si tratta di un tratto di personalità.
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#6] dopo  
Utente 585XXX

Sto continuando la mia piscoterapia, ha detto la psicologa che il mio dubbio era un osssione,anche se non mi ha detto proprio il Doc omosessualità,e mi ha detto che ci sono delle cose della mia vita da riordinare,a partire dalle relazioni familiari, e dalla insicurezza infatti abbiamo parlato di questo...io vorrei sapere un esperienza omosessuale può definìre l'orientamento?e soprattutto l'ossesione ti può portare ad avere dei pensieri negativi sull'omosessualità?