Utente 569XXX
Sono innamorata del mio dottore da circa tre anni... premetto che ho 19 anni, non mi sono mai innamorata (qualche volta sono stata attratta da qualcuno, ma solo dal punto di vista sessuale) e sono spaventata in caso dovesse respingermi.
Lui, invece, ha una ventina d'anni in più (dato da non trascurare).
Inizialmente credevo fosse una semplice attrazione adolescenziale, ma dopo tre anni inizio a dubitare.
Non sono sono più in cura da lui da un anno, ma un paio di mesi fa sono passata a trovarlo (sapeva che sarei passata quel giorno perché lo avevo avvisato).
Nella sua stanza c'erano anche infermieri che mi conoscono e quando sono entrata mi ha salutato dicendomi "che sorpresa" ma che sorpresa e sorpresa se sapeva benissimo che sarei andata a trovarlo... sono stata con lui e gli infermieri nella stanza e ha parlato molto ripetendomi spesso e volentieri che sono bella, intelligente, sensibile etc... Quando ero in cura da lui me lo aveva detto molte volte già, cosa che da quanto so non fa con le altre sue pazienti... e molte altre cose mi lasciano perplessa su un possibile innamoramento anche da parte sua... l'anno scorso, per esempio, per controllarmi la gola si è alzato, si è avvicinato e mi ha raccolto i capelli (fu sensuale), oppure molte volte mi ha detto "ce la faremo, risolveremo i problemi" stringendomi le mani... ok, quest'ultima cosa è giusto che sia così, non escludo che possa essere una mia percezione, ma fare finta di non sapere che sarei passata a trovarlo, fingere di non sentirmi dall'anno precedente se in realtà abbiamo parlato molte volte al telefono, non lo so... Inoltre, al termine della visita mi ha chiesto implicitamente di passare (una futura volta) di pomeriggio (e non ci sono gli infermieri di pomeriggio, ma solo lui)... secondo voi potrebbe essersi innamorato?
E cosa dovrei fare io?
Mi dichiaro, vedo la sua reazione e se negativa pazienza o resto così?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non ho capito: è il suo dottore, o non lo è più ? Non capisco esattamente perché, se il suo interesse non è professionale, gli chiede degli appuntamenti in studio.
Non so che tipo di dottore sia, ma a me pare che lei si immagini molto, e tenga poco conto di ciò che è evidente, forse perché deve alimentare un'idea a senso unico.

Lei scrive in psichiatria esattamente perché ha un problema psichiatrico ? Le è stato detto che questo suo atteggiamento nei confronti del dottore ha qualcosa di non "lineare" in senso mentale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 569XXX

Buonasera
Non mi segue più da un anno, ma ci siamo continuati a sentire telefonicamente

Lo incontrai per strada dopo 5 mesi che non lo vedevo e mi disse di passare ogni tanto da lui...
Io dopo altri 5 mesi, nonché due mesi fa, sono passata a salutarlo.

Scrivo qui perché non sapevo a che rivolgermi... stavo scrivendo in psicologia, ma ho preferito in psichiatria perché lui è un medico.

"...lei si immagini molto e tenga poco conto di ciò che è evidente, forse perché deve alimentare un'idea a senso unico" non ho capito molto bene cosa intende, può darmi chiarimenti in merito? Grazie per la risposta tempestiva!!

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non capisco in base a cosa si formi questa idea. Sembra che le piaccia averla andando a interpretare ogni elemento in quel senso. Non è però chiaro un punto: se uno ha interesse per una persona, che c'entra che usi il canale professionale, specie in questi casi ?
Il medico in questione non la segue più, per cui perché è andata a visita ? Con quale intento ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 569XXX

Buonasera,
Sono andata a trovarlo per due ragioni:
1) come ho detto nelle prime frasi, sono innamorata e rivederlo mi fa piacere logicamente
2) ci siamo incontrati per strada e mi ha detto di passare da lui a salutarlo, quindi sono passata anche se dopo mesi da quando mi l'ha detto
Per queste ragioni sono passata da lui.

Con il "sembra che le piaccia avere (questa idea)", capisco cosa intente, cioè, probabilmente mi piace averla perché mi fa sentire amata, anche se ci sono davvero tante persone che mi vogliono bene.
Forse io direi che lo vedo più come un padre, mi spiego meglio, le Sue parole mi suggeriscono un collegamento alla figura paterna.. potrebbe essere che abbia visto in lui un padre ideale?
Io e mio padre non ci parliamo da anni

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E quindi non ho capito, è passata a salutarlo e allora che c'entra in studio e gli infermieri. Ha prenotato una visita e c'è andata. Le fa piacere vederlo, capisco, ma perché utilizzare un contesto professionale.
Che la faccia sentire amata non posso dirlo. Ma non saprei neanche di preciso come potrebbe sentirsi amata, stiamo parlando di lei che è innamorata di lui, non di una relazione.

No, nessun collegamento con la figura paterna, non mi pare di averne fatti. Che c'entra poi il padre ? Se ha detto che è innamorata è un concetto diverso.
A me pare che si voglia sentire dire che anche da parte di questa persona c'è dell'interesse.

In altre parole, in sintesi un suo vecchio dottore la incontra e le dice "passa a trovarmi ogni tanto" (intendendo una visita a quanto ho capito), la riceve in maniera cordiale ma anche professionale, con altre presenze intorno.
Ora, non capisco se c'è passata sperando che capitasse qualcosa, se è rimasta male perché ciò non è capitato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 569XXX

Allora, riassumendo è più o meno così, solo non ho prenotato nessuno visita, ci sono sempre 2 infermieri con lui in studio, che ho conosciuto essendo stata paziente sua per 3 anni
Che sarei andata a trovarlo lo sapeva solo lui perché ci siamo parlati al telefono e ho detto che sarei passata..

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi lei è passata, non era una visita, è passata da studio dove come sempre non era solo. Se questo è tutto, a questo punto, stante che lei è invaghita di questa persona e quindi le fa magari piacere vederla anche se in questo contesto, mi pare che il tutto finisca qui.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it