Cambio psichiatra csm

Visto che per cambiare lo psichiatra del CSM ci vuole una lettera, e che, detta di un infermiere, il primario di solito rifiuta il cambio dello psichiatra, vorrei sapere se è semplice convincere il primario con una lettera da parte di un avvocato o se bisognerebbe fare una lunga causa in tribunale (se si per che cosa? rifiuto di atti di ufficio?).
Da quel che ne so un paziente ha il diritto di cambiare un medico, compreso lo specialista, anche senza motivazione, e la procedura dovrebbe essere veloce, senza ricorsi o cause in tribunale, ammenochè il primario non sia diventato totalmente irrazionale.
Mi sto sbagliando?
grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 991 248
Uno ha diritto ad essere assistito, ovviamente con risorse che sono quelle che trova. Se le giudica inadeguata certamente che ha diritto a rivolgersi altrove (anche un altro csm), esistendo degli adeguamenti amministrativi che poi sono carico delle strutture.
Quanto la cosa possa riuscire penso dipenda dall'impostazione dell'avvocato e dai motivi (non è detto che per il solo fatto di non aver simpatico un medico si possa ottenere di cambiarlo ad esempio).

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini