Utente
Salve, sono il papà di un bambino di quasi 7 anni,vi espongo il mio problema.
Mio figlio(figlio unico)se pur con un intelligenza nella norma,assume molto spesso comportamenti che porterebbero a pensare ad una regressione infantile, mi spiego meglio:
mette tutto in bocca ( cosa che non ha fatto quand'era più piccolo)non ascolta( per farci ascoltare bisogna ripetergli le cose più di una volta arrivando poi alle minacce),è molto dispettoso con tutti (sembra divertirsi nell'infastidire chi gli sta intorno, si ferma solo quando vede qualcuno in procinto di reagire),è impaziente ( quando vuole qualcosa non riesce ad aspettare come se si inceppasse) ed è molto prepotente.Tutti questi comportamenti, però, non li assume a scuola, dove a detta dell'insegnante è un bambino modello.
Cortesemente,vorrei sapere come comportarmi, e se possibile a chi rivolgermi nella mia regione.

P.S.
Nonostante noi genitori cerchiamo di filtrare tutto ciò che riguarda il sesso,lui risulta avere un istinto sessuale molto sviluppato( si tocca sempre il pisello, cerca sempre di toccare il seno e il sedere alla mamma, alle zie ed ora anche alle amichette.
Distinti saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se a scuola il comportamento di vostro figlio è irreprensibile, potrebbe trattarsi di qualche aggiustamento da fare nella vostra comunicazione con lui, a casa. Probabilmente non è niente di grave o niente che non si possa risolvere, ma dovreste rivolgervi allo specialista adeguato, che in questo caso è lo psicologo dell'età evolutiva oppure il neuropsichiatra infantile.

Potete informarvi preventivamente anche presso la vostra ASL, per avere qualche nome di professionista, oppure semplicemente consultare le Pagine Gialle.

Il comportamento sessuale esiste anche nei bambini, sebbene i grandi a volte fatichino a credere che possa esserci a pochi anni di età. È importante da parte vostra cercare di non colpevolizzarlo per questo, ma riguardo al suggerirvi esattamente cosa fare lo specialista potrà darvi tutte le spiegazioni del caso.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]  
Dr.ssa Ilenia Sussarellu

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
CREMA (CR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
da quello che descrive pare possibile ipotizzare che ci siano delle aree di sofferenza perchè l'atteggiamento che mostra a casa è diametralmente opposto a quello che invece tiene a casa.

Purtroppo per formarmi un'idea completa sarebbe necessario porle tante domande e comprende che in questa sede diventa complicato, oltre che vietato.

Le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta dell'età evolutiva o ad un centro di Neuropsichiatria Infantile della ASL di appartenenza.

Cordiali saluti
Dr.ssa Ilenia Sussarellu, i.sussarellu@libero.it
Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, Psicologo Cilinico-Forense