Diventare psicologa...

Chiedo a voi specialisti del settore un consiglio.
Ho 26anni, mi laureerò a Luglio in scienze politiche (5 anni) e vorrei prendere un'altra laurea in psicologia, xche ho capito che è quello il mio sogno. E' quello che vorrei fare "da grande": E' proprio questo il "problema"...che sono già grande!!
Iniziare a studiare psicologia a 26/27 anni è tardi? So che mi direte che nn è mai tardi x cominciare qualcosa che potrebbe portarci alla realizzazione di unnostro sogno e che rinunciarvi in partenza sarebbe uno scotto alto da pagare in futuro.
Ma, in termini pratici, è vero che potrei esercitare da psicologa solo con il 3+2 + 1 anno di tirocinio e l'esame di stato?
Non è obbligatoria la scuola di specializzazione vero?
Io farei tutto questo lavorando, quindi vorrei capire meglio...
inoltre volevo sapere che validità hanno i master eventualmente (dopo il 3+2+1, al posto della scuola di specializzazione).

Grazie mille
[#1]
Dr. Giacomo Luigi Del Monte Psicologo, Psicoterapeuta 215 10
Gentile utente,
si, per essere psicologo/a non bastano i 3 anni ma ci vogliono 5 anni +1 di tirocinio.
Se non sbaglio l'anno di tirocinio rispetto a prima ora è possibile farlo all'interno del quinto anno. Sicuramente è necessario l'esame di stato.
La scuola di specializzazione è obbligatoria solo se si vuole essere psicoterapeuta altrimenti si è solo psicologo/a.
Il master di dà una maggiore conoscenza nel reparto in cui lo fai ma non ti rende psicoterapeuta ma solo psicologo/a con esperienza in mediazioni familiari o consulente sessuale o ....... ma mai psicoterapeuta. Li ci vuole la scuola di specializzazione.
Buone cose

Dott. Giacomo Del Monte
www.sessuologo-psicologo-roma.com
www.psicosalute.it
www.sessuologoesessualita.it

[#2]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108
Gentile ragazza, nell'immaginario collettivo la figura dello psicologo è esclusivamente legata alla clinica e alla psicoterapia e per quest'ultima la specializzazione è necessaria. Ma lo psicologo non è solo clinico, esso può occuparsi di ricerca e sperimentazione di progettazione, di comunità, di scuole, di studi sociali ecc.,
la scelta è piuttosto ampia.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#3]
Dr. Daniel Bulla Psicologo, Psicoterapeuta 3,6k 207 56
Gentile Utente,
ho letto anche il Suo consulto precedente, datato primo marzo.

Lei oggi, se ho capito bene, è in cura sia psicologica che farmacologica per un disturbo d'ansia. Inoltre nell'altra discussione accenna a pensieri un po' ossessivi (paura di far del male agli altri, ecc.).

In questo consulto invece chiede informazioni su come sarà il percorso di Psicologo (e questo devo dire mi ha lasciato un po' perplesso: come mai cerca informazioni di questo tipo qui e non ad es presso una Facoltà?).

Tra l'altro Lei descrive una situazione praticamente identica a quella di un mio paziente, laureato ad ottobre 09 in economia che oggi è in crisi perchè vorrebbe fare lo psicologo o il medico.

Essendo quindi nella sezione Psicologia di un sito mi viene proprio da fare lo psicologo e mi chiedo: ma oggi come oggi le conviene pensare ad una scelta così impegnativa (rimettersi a studiare) mentre sta ancora lavorando sul Suo disturbo d'ansia?

E di tutto ciò la Sua psicologa cosa ne pensa?

Cordialmente

Daniel Bulla

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie a tutti per le risposte!

X Dr. Bulla. Capisco le sue perplessità :) La situazione è questa. Soffro di disturbo d'ansia, è vero. Ma sto molto meglio rispetto al passato. Ho avuto una piccola crisi a Dicembre 2009, in seguito ad un problema medico reale, che ancora nn è risolto.
La sto gestendo bene, a detta della mia psicologa.
Mi piace molto studiare, ho risultati brillanti e per me non è un peso, anzi! Ho capito che mi piacerebbe un sacco fare la psicologa.
La mia psicologa mi incoraggia nella scelta, conoscendomi bene, e dice pure che potrei essere una brava psicologa dato che sono sensibile e ho vissuto sulla mia pelle certe problematiche.
Ovviamente ci possono essere pareri discordanti a riguardo. Proprio x questo ho chiesto qui, oltre che alla facoltà di psicologia di cesena (dove mi sono già informata!).
Non credo che gli psicologi siano esenti da disturbi d'ansia, anzi magari ne hanno avuti nel loro passato e ne sono usciti. Credo che riuscirò a risolvere definitivamente il mio problema d'ansia e ipocondria, sono già sulla buona strada.
Sono determinata e penso che la realizzazione di un proprio sogno possa solo aiutare in questo senso una persona!
Lei che ha detto al suo paziente?
[#5]
Dr. Daniel Bulla Psicologo, Psicoterapeuta 3,6k 207 56
Gentile Utente,
e chi le ha detto che gli Psicologi soffrono d'ansia??? ^__^

Diciamo che da questo Suo secondo post sembra davvero molto motivata: non sarà un percorso semplice, a dispetto di quanto comunemente si crede. Ma se la Sua psicologa (che la conosce meglio di noi) la sostiene in questa scelta direi che la cosa si può fare.

Il mio paziente sta passando un brutto momento di crisi depressiva: si sente un fallito, piange spesso, non dorme praticamente più.

L'ho mandato dallo psichiatra per un inquadramento dell'umore. E per quanto mi riguarda non si parla di test d'ammissione a nessuna facoltà finchè l'umore non sarà rientrato nella norma.

Certe decisioni vanno effettuate con calma e serenità, non con ansia e depressione, altrimenti si rischia di "fallire" una seconda volta.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve, volevo aggiornarvi :) Sto molto meglio. Ho ripreso la cura farmacologica dal mio psichiatra e devo dire che sono sulla buona strada!!
Ho finito tutti gli esami della specialistica e ho contemporaneamente fatto e superato il test di ammissione a psicologia :) non potrei essere + contenta!! Lunedi comincio le lezioni!

Grazie a tutti!
[#7]
Dr. Daniel Bulla Psicologo, Psicoterapeuta 3,6k 207 56
Evviva! E' una bellissima notizia, grazie a Lei per questo aggiornamento (e buono studio!!)

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio