Utente 106XXX
Buongiorno, a seguito di alcune problematiche di tipo urologico, mi sono trovato a chiede un consulto in questo sito e facendo anche una visita specialistica, naturalemnte inquadrando da subito i problemi legati all'abuso di alcool ....... da subito tutti hanno evidenziato la necessità di avere anche un supporto psicologico .....

mi sono definito ex alcoolista invisibile perchè sono sempre stato "furbo" nel bere ...... nessuno dei miei familiari e amici si è mai accorto del mio vizio e staccavo sempre prima di essere urbriaco completo ...... stavo sempre in una situazione di allegria alcoolica costante ....... che poi dopo un pò era solo abitudine senza neanche l'allegria ..... inoltre questo mio vizio non ha mai influito (per fortuna) sulle mie relazioni personali e professionali.....

ormai non faccio uso di alcoolici da circa un anno .....percorso non facile ma gestito fino ad oggi autonomamente ......comunque forse la mia era ( forse per il poco periodo trascorso da sobrio dovrei dire ancora è) una dipendenza oltre all'alcool una dipendenza ad una situazione in quanto sin da ragazzo ho avuto la fortuna-sfortuna di introdurmi in un mondo lavorativo molto particolare e desiderato da molti; non voglio entrare nel particolare ma per rendere l'idea la serata più banale era su una barca da miolioni di euro con champagne a fiumi e ottima compagnia femminile - sinceramente da quando ho trovato una realtà familiare stabile (appunto 1 anno fa) staccatomi da queste situazioni non è stato difficile allontanarmi dall'alcool ..... infatti l'assunzione da alcool avveniva sempre (quasi tutte le sere) ma in compagnia in serate, feste e simili..... penso di non avere mai bevuto da solo a casa per il solo fatto di bere.

Sintetizzando le mie domande sono le seguenti:

- dovrei farmi assistere comunque da un supporto psicologico anche se non ho più nessun desiderio di bere???...... smettere è stata una mia scelta....non ho avuto ricadute e sinceramente sono contento della migliore qualità di vita che ho oggi...... sono comunque a rischio di possibili future ricadute???

- cosa si intende per disassefuazione completa da alcool e quanto tempo passa per potersi definire fuori???


grazie per l'attenzione, saluti Aldo

[#1]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
SIGNA (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se non ha più avuto ricadute e riesce bene da solo a reggere le tentazioni, non c'è motivo di cercare un aiuto esterno. Anzi, più riuscirà a farcela da solo e più starà dimostrando a se stesso di essere forte.
Tuttavia, la sua preoccupazione potrebbe "tradire" una forma di pensiero lievemente ansioso/ossessivo, per valutare e tranquillizzare il quale potrebbe chiedere un consulto specialistico.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it