Utente 164XXX
Salve

Sono un ragazzo di 22 anni e vivo felicemente una relazione con una coetanea.

Ho notato nei confronti della mia partner il rifiuto categorico alla masturbazione, ma ciò che più mi ha colpito è stato l' incapacità da parte sua di comprendere che la pornografia (in ogni sua forma) è vista solo (a mio parere) come un mezzo per uno scopo.. ovvero il raggiungimento dell' orgasmo!

In particolare nel mio caso le disgusta moltissimo il fatto che io provi piacere nel guardare "hentai" ovvero cortometraggi animati giapponesi.
la stima che nutro nei suoi confronti inoltre mi rende inerme, e quasi mi convince a darle ragione anche se sono di parere del tutto contrario.

Vorrei sapere se è davvero da persone deviate avere fantasie e essere portati a guardare quel tipo di pornografia.

ringrazio anticipatamente per le risposte, e chiedo scusa per aver aggiunto grande quantità di dettagli che magari possono sembrare superflui, ma vi assicuro che per me sono importanti.



[#1]  
Dr. Giuseppe Caserta

20% attività
0% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
l' interesse per la pornografia, a meno che non diventi compulsivo, ovvero non assuma i tratti di un comportamento ripetuto con ossessività e che spesso si sostituisce per piacere o interesse a un rapporto sessuale vero e proprio, non costituisce di norma un problema, e ciò vale anche per le fantasie erotiche collegate.

Saper vivere la propria sessualità in modo sereno è fondamentale, e migliora enormemente la qualità della vita. Detto questo, è importante dire che ogni persona ha il suo stile di approccio riguardo al sesso. Ciò che per una persona è molto eccitante può non esserlo per quella affianco, e viceversa.

Il "rifiuto" della masturbazione, come lei lo chiama, da parte della sua ragazza può essere semplicemente dovuto al fatto che per lei tali stimoli (compresi la visione di film o di cortometraggi animati erotici) possa non suscitarle alcun interesse dal punto di vista della sessualità, poichè evidentemente gli stimoli che la sua coetanea ricerca per accendere l'eros sono di altro tipo.

Credo sia importante che ognuno viva la propria sessualità condividendo il più possibile con il proprio partner, ma preservare ogni tanto qualche piccolo piacere per se è altrettanto fondamentale, perchè la sessualità è intimamente legata al rapporto che si ha con se stressi.
Dr. Giuseppe Caserta
Psicologo

[#2]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
(..)Ho notato nei confronti della mia partner il rifiuto categorico alla masturbazione (..)
Gentile ragazzo, sono determinate convinzioni culturali che possono aprire la strada al piacere o al disgusto.

Se una ptatica sessuale è, per educazione, per cultura, vista come negativa, sporca o immorale, sarà vissuta come tale e non darà certamente quel piacere che un'altra persona, con un'altra visione, può provare.

Le reazioni del fisico rispondono fortemente al tipo di elaborazione cognitiva che un individuo fa su determinati comportamenti e tali elaborazioni mentali sono fortemente influenzate da credenze che, in ambito sessuale, sono il più delle volte errate o legate a veri e propri miti del tipo : "questo è sbagliato" "questo non si fa" Questo è immorale"

da certi miti fortemente radicati si può uscire attraverso una educazione psicosessuale e l'aiuto di uno specialista.
legga questo articolo.

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/40-quando-le-nostre-convinzioni-ci-fanno-ammalare.html

saluti
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#3]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se non è compulsivo, un uso occasionale di pornografia non può considerarsi patologico.

Ma lei sente di essere obbligato, a tenere al corrente la sua ragazza del suo uso di "surrogati"?

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#4] dopo  
Utente 164XXX

Salve
ringrazio per i precedenti consulti.

Rispondendo al Dr. Santonocito direi che non mi sento obbligato a rendere informata la mia ragazza di certe cose; ciononostante credo che in argomenti del genere (come magari in altri) sia necessario essere sinceri.
E quando capita di parlarne seppur è un argomento imbarazzante ognuno dovrebbe essere capace di esprimersi mostrando senza paura quello che trova di suo gradimento o meno!
Non vorrei ripetermi ma non so forse è anche giusto aggiungere che se da una parte non trovo alcun imposizione a rendere partecipe la mia ragazza di certe cose, dall altra trovo piacevole ascoltare quali sono i suoi interessi sessuali in generale.

[#5]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
>>> credo che in argomenti del genere (come magari in altri) sia necessario essere sinceri.
>>>

Da un punto di vista ideale, potrei essere d'accordo con lei. Tuttavia, da un punto di vista pratico, forse dovrebbe riflettere se questa non sia una questione, in fondo, che riguarda soprattutto lei.

Non ci sono molte regole generali, nelle coppie, ogni coppia ha le sue. Ma molte volte farsi troppe confidenze, soprattutto su argomenti del genere, può rendere le cose più difficili.

Si parte da una curiosità, che poi diventa morbosità, e che alla fine si trasforma in problema.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#6]  
Dr. Massimo Giusti

40% attività
0% attualità
16% socialità
CAMPI BISENZIO (FI)
BAGNO A RIPOLI (FI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
"Vorrei sapere se è davvero da persone deviate avere fantasie e essere portati a guardare quel tipo di pornografia."

Non è da persone deviate, fatta eccezione per quelle caratteristiche che le hanno già menzionato i miei colleghi.

PUò capitare nella coppia che uno dei due partner veda questa "distrazione" come mancanza di attenzione o disinteresse, una specie di minaccia o svalutazione. del tipo "io non ti basto?"

Sarebbe importante che certe fantasie (tutti abbiamo fantasie sessuali più o meno perverse, non per questo patologiche) potessero diventare un'arricchimento del vostro rapporto. Il che non equivale a vedere animazioni pornografiche insieme, ma introdurre quella carica sessuale all'interno del vostro rapporto, rendendolo più soddisfacente anche da un punto di vista sessuale oltre che della stima e del rispetto.
Dr. Massimo Giusti
www.giustimassimo.it
339.6651355