Utente 325XXX
Ciao, credo di stare per scoppiare.. Già da parecchie settimane sono in depressione totale per vari motivi..Mi sento solo come un cane.. Ho perso tutti i miei migliori amici in seguito a litigate, come se non bastasse in seguito a ciò un giorno per caso passando tra la cronologia del computer ho scoperto che mio padre è probabilmente gay vedendo scritto : incontri per gay o locali gay.
Ora non so nemmeno se mi vuole al mondo e sto male pensando che ha mentito tutta la vita a mia madre e ai miei fratelli. Non ho un buon rapporto in famiglia, e non parlo mai con nessuno di ciò perché come dicevo prima non ho più nessuno con cui parlare. Ho 15 anni e faccio la 2 superiore ma non trovo stimoli per continuare, l'unica cosa che mi viene da pensare e a ciò che sto passando. Tutti i miei professori mi dicono che sono uno svogliato, ma loro non sanno come mi sento, e soprattuto in sto giorni, sento che le cose per quanto vanno male e io stia male mi toccano di meno..sento che potrei scoppiare da un momento all altro. A giusto e l'altro giorno ho notato che il mio pene presentava delle piccole cose gialle che potrebbe essere smegma che non so cosa sia.. In più non so a chi dirlo visto che sono solo, completamente solo.L'unica cosa che ogni tanto mi fa star bene e pensare al mio futuro e che con un po' di impegno potrei farcela a realizzare i miei sogni e magari ad andarmene lontano da qui. Ma quando ci metto a studiare l unica cosa a cui penso e a ciò che mi sta accadendo. E non riesco a motivarmi a studiare sapendo di non avere alcuna assicurazione che ciò accada. Non so sono matto?... Ogni tanto poi mi sento vuoto... Sto impazzendo.. Sto davvero male. Non so che fare

[#1]  
Dr. Francesco Mori

44% attività
0% attualità
16% socialità
SIENA (SI)
POGGIBONSI (SI)
PRATO (PO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
mi dispiace ma questo è un servizio che non è attivo per i minorenni.
E' vietato dalle linee guida effettuare consulti per minori.
In bocca al lupo
Dr. Francesco Mori
Psicologo, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta
http://spazioinascolto.altervista.org/

[#2]  
Dr.ssa Chiara Aiello

32% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Aggiungo che in molte città sono attivi, presso i consultori familiari o "Consultori giovani", sportelli di sostegno psicologico gratuiti anche per minorenni, dove potersi rivolgere in caso di necessità.

Tanti auguri
Dr.ssa Chiara Aiello
www.chiaraaiello.it

[#3]  
Dr. Fabio Bellomi

24% attività
0% attualità
0% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2013
Sono d'accordo con quanto già scritto dai colleghi. Ricordo inoltre che anche molte scuole mettono a disposizione professionisti per sportelli di ascolto.


Cari saluti
Dr. Fabio Bellomi
fabio.bellomi@gmail.com

[#4]  
Dr.ssa Patrizia Molinari

16% attività
0% attualità
4% socialità
TREVIGLIO (BG)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Confermo quanto scritto dai colleghi.

Sicuramente, presso i Servizi che ti sono stati indicati, potrai trovare dei professionisti disposti all'ascolto e preparati per esserti di supporto in questo momento di difficoltà.

Un caro saluto
Dr.ssa Patrizia Molinari -
Aesse Studio

[#5]  
Dr. Alessandro Montenero

12% attività
0% attualità
0% socialità
RIMINI (RN)

Rank MI+ 12
Iscritto dal 2013
Ciao,
ho letto la tua richiesta di aiuto, ma come avrai capito tutti i colleghi qui presenti ti invitano a rivolgerti di persona in uno sportello della tua città e di parlare con un professionista che ti potrà ascoltare e aiutare. Questo perchè internet può abbattere le distanze, ma non può sostituire la necessità di avere un rapporto reale.
Per cui il mio consiglio è di cercare in rete presso la tua asl di appartenenza il servizio di consulenza psicologica e prendere un appuntamento. Da quanto scrivi il momento è difficile per cui è necessario intervenire.

In bocca al lupo!

Dr Alessandro Montenero
www.crfpsicologia.it - Rimini
Dr. Alessandro Montenero
Psicologo specialista in Psicoterapia Psicodinamica Integrata
Esperto in Psicologia Giurdica
www.studiopsicoterapiarimini.

[#6]  
103596

Cancellato nel 2015
Salve, se è possibile chiarisca la "questione gay" con suo padre, potrebbe aver interpretato non correttamente. In ogni caso i malintesi si moltiplicano quando dopo aver violato la privatezza si fa calare il silenzio rimanendo nelle proprie convinzioni. Mantenga un rapporto di fiducia con i suoi genitori chiarendo sempre a loro che è arrivato "il tempo" dell'indipendenza e che vuole essere rispettato nelle sue scelte di vita. E' importante che si confronti con lealtà con chi la conosce. Se non ha questa possibilità si rivolga a uno psicologo al più presto. Buona giornata.

[#7]  
Dr.ssa Laura Pedrinelli Carrara

24% attività
4% attualità
12% socialità
SENIGALLIA (AN)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Ciao,
ho letto la tua richiesta, concordo con i colleghi che tu abbia bisogno di poter trovare una persona che ti sappia aiutare nel modo più giusto. Non so di dove tu sia, ma visto che con internet ti muovi bene e immaginando che per te sia più difficile rivolgerti direttamente ad un professionista, ti informo che puoi contattare l'associazione Sarvas c/o La Gabella, Via Roma 68 - 42121 - Reggio Emilia (RE)
Tel. 333 8850620 - 0522 697383
http://www.centrosarvas.it
centrosarvas@centrosarvas.it
Non li conosco personalmente, ma sono psicologi e hanno uno sportello attivo e gratuito per minori dagli 11 anni sia a Reggio Emilia che a Rimini, altrimenti puoi provare a contattarli per e-mail o telefonicamente, sarà più semplice per te e loro potranno accoglierti e aiutarti più direttamente.
Ti saluto.
Dr.ssa Laura Pedrinelli Carrara

[#8]  
Dr.ssa Flavia Coffari

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Per quanto concerne l'area psicologica della tua richiesta ti suggerisco di rinviare la mail a: spaziobenesserepsicologico@cipsal.it si tratta di uno sportello di consulenza gratuita volendo anche telefonica il martedì dalle 18 alle 20 e il primo ed il terzo sabato del mese dalle 11 alle 13. Per quanto riguarda invece la parte urologica/andrologica della tua richiesta ti suggerisco di rivolgerti al tuo medico di base per valutare la necessità o meno di una eventuale visita specialistica e/o accertamenti diagnostici.
Dr.ssa Flavia Coffari
www.flaviacoffari.it
www.cipsal.it

[#9]  
Dr.ssa Valentina Nocito

16% attività
0% attualità
0% socialità
PORDENONE (PN)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2011
Gentile utente, concordo con quanto detto dai colleghi ma mi faceva piacere farle notare, come anche se in questa sede la sua richiesta di aiuto non può essere presa in esame ci sono state comunque tante persone disposte a risponderle tempestivamente.
Pertanto la invito vivamente a prendere in considerazione il consiglio dei colleghi che la invitato a rivolgersi ai servizi territoriali, come ad esempio i consultori.
All'interno di questi ultimi sicuramente troverà del personale che con molto piacere Le offrirà l'aiuto necessario.
In bocca al lupo
Dr.ssa Valentina Nocito

[#10]  
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia

36% attività
0% attualità
16% socialità
MANZIANA (RM)
CERVETERI (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Mi associo ai miei colleghi e ti invito a cercare a scuola o al Consultorio. Credo davvero che tu abbia proprio bisogno di aiuto in questo momento e di una persona competente e comprensiva che sappia ascoltarti ed indirizzarti! Coraggio, hai già fatto il primo passo nel chiedere on line, adesso attivati nel cercare una consulenza diretta!
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia
Psicologa. Psicoterapeuta. Analista Transazionale

[#11]  
Dr.ssa Angela Virone

16% attività
0% attualità
0% socialità
PALMA DI MONTECHIARO (AG)
AGRIGENTO (AG)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2013
Carissimo ragazzo, la tua situazione è molto complessa, soprattutto di fronte ai tuoi occhi da adolescente che ha bisogno di punti forti di riferimento ma che in questo momento crede di essere solo!
Credo che in questo momento tu debba chiedere l'aiuto soprattutto dei tuoi genitori, ad esempio puoi parlare con tuo padre sul discorso dei siti che hai visto e comunque da uomo a uomo parlargli dei tuoi timori circa le tue parti intime, lui potrà aiutarti ad esempio chiedendo il parere di un medico, a tua madre invece devi comunicare le tue paure su ciò che ti accadendo, puoi anche proporre ai tuoi genitori eventualmente di andare tutti insieme dallo psicologo (puoi rivolgerti alla tua Asl, dove c'è il consultorio familiare e parlare con lo psicologo).
Quindi l'unica cosa che non devi fare è di tenerti tutto dentro, poichè da solo non puoi risolvere nulla ma puoi solo ingigantire il problema e ciò non farebbe altro che bloccare la tua vita ulteriormente, per cui chiedi aiuto ai tuoi i quali sono sempre i tuoi genitori ed in quanto tali non ti lasceranno mai solo!
Ti faccio i miei migliori auguri!
Cordiali saluti.

Dr.ssa Angela Virone