Utente 563XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 30 anni, in passato quando ero piccolina dai 18 ai 22 anni sono stata con un ragazzo geloso patologico.
In particolare vorrei sapere se una persona con la sindrome di Otello, (nella nostra fortunatamente finita relazione lui manifestava tutti i sintimi anche i peggiori e violenti) ha questo problema e lo avrà in generale in tutte le relazioni future oppure se dipende da me cioè dal partner o comunque da qualche sua caratteristica o comportamento? X me sarebbe importante capire questa cosa.

Grazie mille!

Martina

[#1]  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

32% attività
20% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Gentile ragazza,

La sindrome di Otello non esiste come diagnosi clinica o, perlomeno, si parla di sindrome di Otello facendo riferimento a caratteristiche caratteriali ed emotive prevalentemente a sfondo paranoideo (qualcuno alle mie spalle sta tramando qualcosa) e/o psicotiche (deliri di gelosia).

La responsabilità non è tua, quindi non dipende dalla partner,ma è lui che probabilmente è davvero tanto tanto geloso, controllante e violento.
Lui, se non si cura, sarà così in tutte le relazioni

Buona serata
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. PsyD. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

[#2] dopo  
Utente 563XXX

Grazie della veloce risposta!

In realtà era quello che speravo di sentire non perché io gli auguri cose brutte ma perché dentro di me penso sempre di essere stata anche io in qualche modo responsabile magari perché nn ho fermato subito il meccanismo anzi l ho 'assecondato' permettendogli di isolarmi da tutto e tutti, nn uscendo più con nessuno e sopportando continue accuse e violenze fisiche e psicologiche, 'perdonandolo' ogni volta che sembrava essere tornato in se. Pensi che mi assillava tantissimo perché ammettessi un tradimento mai commesso, x poter andare avanti diceva ed é andata avanti così tanto che alla fine ho ammesso una cosa mai accaduta.. senza risolvere nulla ma peggiorando solo le cose.

La.cosa bruttissima poi era che lui era capace in un secondo di trasformarsi sembrando normale se arrivavano o c'erano altre persone facendomi sentire ancora più impotente. Io purtroppo ho la testa bacata e ho sopportato tutto questo ok ero giovane ma probabilmente una ragazza normale nn avrebbe permesso di arrivare a certi livelli sarebbe andata via prima.

E mi sento anche stupida anche x nn aver colto determinati segnali all'inizio della relazione quando ancora era tutto bello!

Attualmente ho una relazione piena e bella ma a distanza di anni ogni tanto mi trovo ancora a riflettere sui meccanismi che mi hanno portato a stare 4 anni in quel modo.

Un paio di anni fa, a distanza di anni dalla rottura lui si è fatto sentire sembrava normale ci siamo sentiti e lui ancora oggi è convinto che io l'abbia tradito e disse che sn stata io a ridurlo così.

QUalche volta mi capita di vedere magari coi social che spesso sta cn qualche ragazza e mi chiedo sempre se magari il problema era causato davvero da me, o se anche loro a una certa se ne vanno xké vedono chi hanno davanti!

Va be detto questo papiro la ringrazio tanto per la risposta, nn so xké ho voluto aggiungere tutto questo ma mi andava

[#3]  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

32% attività
20% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Qui ci troviamo di fronte ad un ragazzo con tendenza a manipolare i fatti e le emozioni proprie e altrui. La trappola in cui si cade è proprio quella in cui è stata vittima lei: cadere nella tela del ragno manipolatore che ti blocca e pian piano decide di mangiarti.
Lei ha fatto bene a staccarsi da lui. È certamente stata una esperienza molto dolorosa che però le servirà molto nella vita. Si impara molto dalle sofferenze.
Lei non ha colpe. Lei è stata vittima ed è abbastanza tipico che si senta colpevolizzata e si autocolpevolizzi perché il fare manipolatorio del suo ex porta proprio a questa emozione: il senso di colpa. Es: sto sbagliando? Cosa sto sbagliando? Sono io a combinare tutti sti casini? Sta così per colpa mia? Etc etc etc

Le suggerirei di lasciar perdere di guardarlo sui social e di non rimuginare se con quella o con quell altra ragazza sta bene o male. Chissenefrega!
Lei deve pensare a se stessa e a star bene con se stessa!!
I quattro anni con lui appartengono al passato.

Adesso si goda la vita e questo nuovo amore.

Un saluto
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. PsyD. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.