Utente
Ciao a tutti,

sono un ragazzo di 28 anni fidanzato da 3 anni con una ragazza decisamente più giovane di me (7 anni).

Prima di iniziare questa relazione sono stato sempre un ragazzo abbastanza libero sessualmente, nel senso che comunque con le giuste precauzioni ho avuto rapporti e esperienze con molte partner, sempre però senza iniziare una relazione sentimentale non perchè non la volessi ma semplicemente non mi sentivo attratto emotivamente da nessuna di loro.
Sessualmente parlando quindi ho avuto modo di provare un po' di fantasie che purtroppo non riesco a condividere con la mia attuale ragazza.

Dal momento in cui ho conosciuto lei c'è stata subito affinità emotiva e anche dal punto di vista sessuale, all'inizio, ci siamo venuti incontro.

Il problema (se cosi vogliamo definirlo), è quello che comunque lei non viene incontro a determinate mie fantasie e ovviamente io vengo incontro alla suo rifiuto accantonando una parte di me stesso e questo mi crea una situazione di forte disagio.

Ci tengo a precisare che le mie fantasie non riguardano sottomissioni, masochismo ecc, semplicemente sono abbastanza fissato con le modalità nel quale vorrei avere l'eiaculazione.
Mi permetto di essere chiaro: Mi da piacere che una fellatio si concluda con un ingoio o che con un'eiaculazione facciale; Il primo evento non si è mai verificato con lei, il secondo raramente in passato per poi essere nuovamente accantonato perchè alla mia ragazza da fastidio.

Io la rispetto, ma tutto ciò mi crea una sorta di insoddisfazione sessuale, tale da aver voglia di vedere dei video pornografici ma che riguardano solo le fantasie che con lei non riesco a ricreare (descritte precedentemente). Non vedo altro tipo di pornografie, anche solo vedere una penetrazione mi fa sentire come se la tradissi.

Per chiarezza, lei è una ragazza che non ha fantasie.
Nel vero senso della parola.
Non mi ha mai fatto nessuna richiesta particolare, non ha mai espresso un desiderio, sono sempre io quello che ha "fatto qualcosa di nuovo".
Non si masturba da sola, ma ogni tanto in coppia lo abbiamo fatto da soli uno di fronte all'altro, dopo una mia idea.
Ora non succede da tanto.

Alcune volte capita di fare del sesso anale ma mi da sempre l'idea che lo faccia più per me che per lei.

A lei basterebbe solo avere un amplesso, niente di più e questo mi crea una forte senso di "inadeguatezza".

Cosa ne pensate?
Cosa dovrei fare?


Grazie.

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

forse siete in due fasi differenti delle rispettive vite sessuali.
E siccome, soprattutto per la donna, la sessualità è anche apprendimento, occorre tempo e esperienza personale.

La sessualità è anche un piacere.
Un piacere che - nella sessualità di coppia - fa i conti irrimediabilmente con i gusti le preferenze dell'altra persona. E il no va assolutamente rispettato.

E se i due non "coicidono" sessualmente?

Ognuno dei due rinuncerà a qualcosa,
o in alternativa si rinuncerà alla relazione sessualmente poco appagante.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/