Utente

Buongiorno, sono una ragazza di 31 anni che da 6/7 mesi ha episodi molto ricorrenti di forti dolori lombari che si irradiano talvolta anche nella zona addominale e sino al piede. Il dolore mi causa proprio difficoltà nei movimenti, a stare in piedi ma anche nello stare seduta o sdraiata tanto che a volte al mattino mi alzo già dolente o starnutendo avverto aumento del fastidio.
La dottoressa di famiglia mi ha fatto applicare per alcuni cicli i cerotti per i dolori ma non hanno avuto molto effetto se non limitatamente ai giorni in cui lo utilizzavo.
Preciso inoltre che a partire dal 2012 fino al 2016 ho avuto tre gravidanze e di base sono una persona già in sovrappeso.
Questa mattina ho eseguito un esame radiologico alla colonna come consigliato dalla mia dottoressa ed il referto è il seguente:

RACHIDE LOMBO-SACRALE 2PR
Aspetti ossei morfostrutturali regolari con esclusiva lieve sclerosi delle limitanti somatiche in corrispondenza di L2/L3
Modica riduzione dello spazio intersomatico L5/S1.

Vorrei gentilmente sapere come interpretarlo e come quindi debba muovermi per far fronte al mio dolore certamente avendo poi un consulto della mia dottoressa.

Grazie e buona giornata
Barbara

[#1]  
Dr. Alessandro Aiello

36% attività
16% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gentile Utente,
nel referto della radiografia il rilievo più importante sembra essere rappresentato da una probabile sofferenza dell'ultimo anello discale, che essendo assottigliato potrebbe accompagnarsi ad una sospetta erniazione discale.
Se esistesse il sospetto clinico di ciò che le ho sopra scritto, potrebbe essere eseguita una risonanza magnetica per accertare o escludere il sospetto di ernia discale.
In alternativa, se la sua costituzione fisica dovesse precludere l'esame RM per motivi di sovrappeso, anche un esame TC può dare valide risposte.
Si sottoponga prima a visita specialistica ortopedica o fisiatrica e senta il parere dei suoi specialisti in merito.
Cordiali saluti.
Dott. Alessandro Aiello
Dirigente Medico di Radiodiagnostica
U.O. Radiologia - Ospedale Giovanni Paolo II° - Sciacca (AG)

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
la ringrazio per avermi offerto il Suo consulto, il mio timore era appunto quello di incorrere in un ernia discale, e dato il suo suggerimento provvederò ad effettuare una visita specialistica qui nella mia città e vedere cosa appunto consigliano. Devo dirle la sincera verità che ho fatto visionare il referto al medico di famiglia, ma ha fatto cadere la cosa additando esclusivamente il sovrappeso, però onestamente preferirei avere un parere di uno specialista perché non vorrei trascurare qualcosa che poi nel tempo possa anche aggravarsi. Il dolore, anche se non giornalmente c'è,quindi qualcosa da fare c'è a mio parere(oltre che sicuramente perdere peso).
Procederò come da Lei consigliatomi, la ringrazio ancora
Buona giornata