Utente 138XXX
Salve, sono Antonella e ho 29 anni,
dopo il parto nel 2005 ho iniziato ad avere dolore alla spalla dx, questi dolori sono diventati sempre più freqenti
e si sono estesi al resto della colonna e da qualche mese alle ginocchia.
Dopo una serie di visite ortopediche sono andata da una reumatologa (maggio 2008)
che mi ha diagnosticato la spondilartrite sieronegativa dopo accertamenti ma nonostante le varie cure non riesco a trovare miglioramenti.
Le elenco di seguito gli esiti degli esami e gradirei sapere se la diagnosi è giusta:

RMN SPALLA DX: ridotta ampiezza dello spazio sub-acrominale;
lacuna cistica sub-condrale in corrispondenza del trochide omerale;
presenza di versaento intrarticolare.
PROTEINA CREATINA: 1,3
FERRO: 135
COMPLEMENTO C3: 1,09
COMPLEMENTO C4: 0,13
FATTORE REUMATOIDE: <20.0
FIBRINOGENO: 265
VES: 5
ENA SCREEN: <20
ANA: 80s
FT3: 2,12
FT4: 0,95
TSH: 2,649
ANTICORPI ANTIPEROSSIDASI: 5,1
TIREOGLOBULINA: 7

Di seguito Le scrivo le terapie fatte:

Da luglio a settembre 2008:
PLAQUESIL 2 cp al giorno (dopo 2 mesi sono risultata allergica)
MEDROL 16mg 1/4 cp al giorno
ARCOXIA 90 1 cp al giorno

Da settembre 2008 a febbraio 2009:
SOLAZOPIRIN 3 cp al giorno
MEDROL 16mg 1/4 cp al giorno
ARCOXIA 90 1 cp al giorno

Da febbraio a giugno 2009:
METROTEXATE 5 cp 1 volta a settimana
MEDROL 16mg 1/4 cp al giorno

Da giugno a luglio 2009:
METROTEXATE 6 cp 1 volta a settimana
GLADIO 2cp al giorno

Da luglio ad oggi:
SANDIMMUN NEORAL 75mg 2 volte al giorno
SERACTIL 400 2 cp al giorno.

Nell'attesa di una risposta ringrazio e porgo Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Esprimere un giudizio su una diagnosi, posta clinicamente da una collega che ha avuto modo di valutarla di persona, da un pulpito come questo mi sembrerebbe molto arrogante e profondamente sbagliato. Capita talvolta che siano necessarie diverse puntualizzazioni terapeutiche prima di giungere alla cura efficace. Mantenga quindi il timone ben saldo e continui a seguire le indicazioni dello specialista di sua fiducia. Cordiali saluti.

Mauro Granata
Mauro Granata