Utente 113XXX
Buongiorno, da circa 2 anni soffro di una forma lieve di artrite psoriasica con coinvolgimento assiale: il mio reumatologo, peraltro molto conosciuto ed esperto, dopo la visita mi ha tranquillizzato dicendomi che si tratta di una forma molto lieve e di assumere FANS al bisogno senza necessità di terapia di fondo. Le indagini radiologiche non indicano alterazioni articolari e gli indici di flogosi sono pressochè normali (VES, PCR, Fibrinogeno, formula leucocitaria). Non ho particolari disturbi, ne dolori, ma di notte soffro di dolori sopportabili a livello dorSale che recedono prontamente con FANS (AULIN). Volevo sapere se potevo assumere i FANS anche per lunghi periodi senza grossi problemi di tossicità e se anche secondo Voi, come detto dal mio reumatologo, con una forma così sfumata non corro rischi di alterazioni articolari. Da ultimo approfitto della vostra gentilezza per chiedendovi se, qualche episodio (circa 2-3 all'anno) di uveite che dura qualche ora e recede con un collirio antinfiammatorio, debba essere trattata in modo particolare o se va bene così e se è da preferire un materasso ortpedico di media rigidità o un lattice a pressione graduata.

Grazie mille e buon lavoro.

ANDREA

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Carissimo Andrea, i Fans nelle forme minime vanno bene. Non le consiglio un uso cronico perchè hanno tossicità sistemica lieve, ma alto rischio di flogosi infiammatoria e ulcera gastrica e duodenale. Nelle forme minime è corretto attendere, primo perchè i farmaci propri sono un pò più tossici, come la Salazopirina o il Methotrexate. Secondo perchè se vi è regressione con i FANS e non si ha modificazione articolare non c'è il rischio d'invalidità. Riguardo l'uveite la faccia seguire all'oculista, perchè secondo alcuni autori è preferibile l'uso precoce del cortisonico in collirio.
Marcello Masala MD