Utente 156XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni ed è ormai da circa un anno e mezzo che ho problemi alle articolazioni delle mani e dei polsi mentre è un pò più di tempo che ho problemi alle articolazioni dei piedi(o almeno io credo che siano le articolazioni). Scrivo qui perché vorrei un consulto, premetto che ho già prenotato la visita dal'ortopedico perché ho trascurato per troppo tempo questo problema che ad oggi per me è peggiorato. Tutto è iniziato circa 4 anni fa quando anche solo a stendere la punta del piede mi si bloccavano con forte dolore tutte le dita, la cosa mi si presenta in entrambi i piedi ed è così dolorosa da obbligarmi a smettere di fare qualunque attività; l'anno scorso circa, il terzo dito del piede destro si è "deformato" :si è inarcato lateralmete. Soprattutto d'estate e soprattutto la mattina, il piede (solo il destro che io ricordi) mi fa talmente male poco sotto il tallone da impedirmi il normale movimento di camminata,il dolore mi si attenua poi durante la giornata. Da un anno e mezzo circa invece, il problema mi si è esteso a entrambe le mani ed anche ai polsi: non ho dolore alle mani (se non qualche fitta ogni tanto)ma non riesco ad aprile bene, faccio molta fatica ad estendere le dita ed una volta che riesco ad estenderle, si estendono facendo degli scatti ma non mi danno alcun tipo di dolore. I polsi invece mi si bloccano ogni tanto e si sbloccano scrocchiando e dandomi dolore, la stessa cosa mi succede anche alle caviglie impedendomi per circa mezz'ora o un'ora di poter camminare correttamente. Ultimamente i sintomi sono peggiorati perché faccio più fatica ad aprire le mani e meno di una settimana fa mi si è gonfiata la caviglia destra senza però procurarmi eccessivo dolore: potevo camminare perfettamente, avevo male solo premendo sul punto gonfio, inoltre da due settimane a questa parte anche la zona inguinale(sia destra che sinistra) mi scrocchiano senza darmi dolore. Infine in questi due anni sono stata estremamente soggetta ad infezioni come ad esempio candida albicas ricorrente, herpes labiale, congiuntivite, afasia(a seguito magari di piccole pulizie). Detti i miei sintomi volevo aggiungere che sto prendendo la pillola da un anno circa e l'ultimo mese l'ho cambiata, la prendo ad uso terapeutico per via dell'irregolarità del ciclo e volevo chiedere se secondo voi questi sintomi possono essere stati peggiorati dall'assunzione della pillola? oppure possono essere causati da disfunzioni ormonali? Spero di aver scritto sotto la specialità giusta altrimenti provvederò a postare nuovamente la domanda nella specialità che m'indicherete! Ho scritto solo per avere un'ipotesi, so che è impossibile fare una diagnosi senza una visita accurata. Grazie anticipatamente per le risposte.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
190926

Cancellato nel 2011
La sua descrizione è veramente dettagliata, fa percepire molto bene una certa dose di tensione emotiva che varrebbe la pena considerate più adeguatamente.
Dal mio punto di vista, i vari blocchi muscolari (mi si permetta di generalizzare) vanno considerati veri e propri messaggi (ogni comportamento è un messaggio) e accolti come elementi utili per definire la cornice della sua attuale condizione esistenziale.
Sarebbe opportuno chiedere aiuto a un/una professionista esperto/a che la aiuti a ritrovare il filo e il senso di questi ultimi quattro anni. Affinché possa essere meglio definito il quadro clinico e la cura più opportuna.

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Salve,
innanzitutto ringrazio per la risposta, sono andata da uno specialista reumatologo che mi ha prescritto gli esami specifici da cui è risultato oltre ad una notevole diminuzione di piastrine(96 con valore minimo di 150) e la positività per gli ana(basso positivo con fluorescenza puntiforme), il resto è tutto normale a parte il C4 che è leggermente elevato(38 con valore minimo 36). Attendendo di incontrarmi nuovamente con lo specialista, chiedo a voi se le piastrine basse sono collegate alla positività all'ANA e poi, il fatto che io sia positiva all'ANA, visti i problemi che ho lamentato, indica la presenza di una patologia autoimmune?
Ringraziando anticipatamente per la risposta, invio cordiali saluti!