Utente 275XXX
Gentile dottore, sono un'ammalata di Sjogren ,di 76 anni, con un'ipertrofia ventricolare sinistra in cura con Lortan già da tempo.Da un po' di tempo ho un dolore alla schiena e alla gamba sinistra che spesso mi formicola e sembra paralizzarsi soprattutto nella posizione seduta e a letto se mi ci appoggio sopra con l'altra. mi fa anche male il ginocchio sinistro già da tempo. Ho provato con cure di Tiobec per 40 giorni ma inutilmente. A dicembre ho l'appuntamento con la mia reumatologa e ho ripetuto tutti gli esami di un anno e mezzo fa, per portarli. C'è una novità: l'LDH un po' alto a 385. Tutti gli altri esami (anticardiolipine, ana test lac ecc vanno bene. Solo un po' alzato il colesterolo perchè purtroppo sono ingrassata per mia colpa.) Mi devo preoccupare per quel valore di LDH e per il formicolio insistente e dolore alla gamba?A che cosa può essere dovuto quel valore nel mio caso?Cosa mi suggerisce di fare in attesa di andare fra un mese e piu' all'appuntamento fissato con la reumatologa? Grazie tanto per la risposta

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
un'alterazione isolata dell'LDH, non associata a particolari segni e sintomi clinici (la comparsa del formicolio alla gamba potrebbe essere legata all'aumento di peso) e con il resto delle analisi (quali?) nella norma non è solitamente da considerare un dato significativo. Il fatto di essere portatori di una malattia autoimmune sistemica (e soprattutto la sindrome di Sjögren) deve però imporre un'attenzione particolare.
Innanzitutto il dato deve essere confermato - poiché potrebbe dipendere anche dal fatto che il campione non è stato raccolto correttamente - magari insieme ad altri esami del sangue che trovano indicazione proprio nell'aumento dell'LDH. Risulta utile pure l'esame fisico generale, anch'esso orientato alla ricerca di segni compatibili con tale alterazione oltre che a valutare il formicolio alla gamba. Un mese non è un'eternità, ma sarebbe opportuno che si presentasse alla visita specialistica con ulteriori dati di laboratorio che consentano al collega di avere qualche elemento in più per valutare la situazione.
Saluti,