Utente 716XXX
Ho 49 anni, da due mi hanno riscontrato una connettivite indifferenziata, ovvero sono positiva agli anticorpi antinucleo, ho riduzione di complemento C3 e C4. Soffro di leucopenia da almeno vent'anni e forse la causa era la connettivite.
Attualmente non prendo medicinali e nel complesso, a parte qualche dolore articolare, qualche giornata di vaghi malesseri e depressione, la mia malattia non mi crea grossi problemi. In occasione di un viaggio che vorrei fare, si è presentato il problema della vaccinazione antiepatite A ed eventualmente B. Il mio medico di base e il reumatologo mi consigliano di fare la vaccinazione SENZA PROBLEMI. Il medico dell'ASL a cui mi sono rivolta me la sconsiglia. Il foglietto d'istruzioni del vaccino antiepatico A, tra gli effetti indesiderati non comuni, cita "alterazioni dell'apparato muscloscheletrico e tessuto connettivo: artralgia".
Mi piacerebbe avere qualche chiarimento e suggerimento al riguardo.
Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
amio parere non ci sono problemi. L'insorgenza di artralgie è molto frequente successivamente all'esecuzione di vaccini a causa della reazione dell'ospite verso i nuovi antigeni inoculati. Un po' come accade nel corso delle vere infezioni virali...
Giuseppe Germanò