Utente 880XXX
Buongiorno, sono una signora di 40 anni affetta d k mammario metastatico (lesione epatica che è scomparsa dopo chemioterapia). Ho finito l'ultimo ciclo di chemio 4 mesi fa, ma i dolori che ho da tempo non mi abbandonano. il mese scorso ho fatto PET, TAC total Body e scintigrafia ossea, che hanno scongiurato problemi di evoluzione della malattia. Visto che però i dolori articolari, (polsi, avambraccia, ginocchia cosce e piante dei piedi) non mi abbandonano, come anche l'irrigidimento, l'oncologa ha provato a sospendere il decapeptyl per il blocco ovarico, dicendomi che comunque dopo la chemio normalmente le ovaie si atrofizzano. Ma pur essendo passati 2 mesi, i dolori persistono e trovano solievo totale solo con il cortisone, mentre con paracetamolo+codeina, il solievo è solo parziale.
La mia qualità di vita è veramente compromessa, perchè oltre a combattere con la mia malattia primaria, debbo fare i conti anche con questi terribili dolori.

ps: il cortisone non lo posso più prendere in quanto il clinical trial oncologico sperimentale di cui faccio parte, non permette l'assunzione di steroidi.

Vi prego datemi un suggerimento per capire l'origine dei miei dolori.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Cara signora,
lascio ovviamente libero spazio ai colleghi di questa area
per una loro replica.

Non credo che ci sia scarsa considerazione se nessuno Le ha risposto alla sua richiesta, anzi è proprio il contrario: a causa della complessità del quadro che descrive non credo sia possibile azzaradare ipotesi senza una visita.
Purtroppo questo è il limite del mezzo telematico.

Mi sorprende molto e ne dovrebbe parlare con il suo oncologo che non possa assumere steroidi "in quanto non lo permette il protocollo del trial" (?).
Forse i suoi dolori con una qualità della vita compromessa non sono sarebbero una priorità rispetto al trial sperimentale ? Ne discuta con il suo oncologo.

Cordiali saluti con tanti auguri.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 880XXX

Caro dott salvo, grazie come al solito per le risposte, che pero' spesso sono a giustificare le mancate risposte di altri (reumatologi o oncologi). Ovviamente lo dico senza polemica.
Il trial a cui sto patecipando in US è un vaccino anti her2, per il quale anche lei mi aveva fornito indicazioni positive indirizzandomi ad un link. Il responsabile del clinical trial mi ha detto che l'utilizzo di steroidi potrebbe compromettere l'efficacia, qundi per questo motivo voglio evitarne l'assunzione.
Mi auguro che presto possa ricevere risposte dai medici a cui ho chiesto consulti.
Buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Questa mi sembra una buona motivazione.
Spero proprio di sì. Proverò ad inviare un messagio interno e spero che qualcuno lo legga.
Tanti auguri.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nella sua condizione i dolori possono avere una genesi multifattoriale. Peccato per gli steroidi che anche a basso dosaggio sono in genere sufficienti a controllare la sintomatologia, ma tantè.
Provi ad assumere una compressa di Sirdalud da 4 mg prima del riposo notturno, associandolo un paio di volte al dì (per esempio colazione e pranzo) ad una compressa di Patrol/Colibrì (paracetamolo + tramadolo). Cordiali saluti.
Mauro Granata
Mauro Granata

[#5] dopo  
Utente 880XXX

Caro dott. Granata, grazie per la risposta. Ma cosa si intende per genesi multifattoriale?
Intanto Proverò con le medicine che mi ha consigliato, per ora sto prendendo solo paracetamolo+codeina (2 0 3 volte al di a seconda della ncessità), ma spesso i risultati non sono apprezzabili.
Attendo Sue.

[#6] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il dolore può essere suddiviso in nocicettivo, neuropatico e misto. Ciascuna di queste forme riconosce cause diverse e molteplici. Con il termine genesi multifattoriale volevo sottolineare come nel suo caso diverse cause contribuiscono alla sintomatologia da lei lamentata. Cordiali saluti.
Mauro granata
Mauro Granata

[#7] dopo  
Utente 880XXX

capisco, o almeno credo.
Ma secondo lei i miei dolori sono più imputabili alle chemioterapie che ho fatto (pur essendo passati ormai tre mesi dall'ultima), alla assenza di ormoni indotta dalla soppressione ovarica, al vaccino anti cancro che sto facendo o, ancora, a questioni reumatiche o autoimmuni?
cordialmente