Utente 263XXX
Salve, sono un giovane di 25 anni e racconto in breve la mia storia.
Ho iniziato a lavorare come guidatore di carrelli elevatori a 19 anni e da li è iniziato il mio calvario.
Dopo qualche anno iniziano dolori atroci alle scapole dx e sx dopo ho capito da solo che erano contratture.
Inizio il calvario da ortopedici, fisiatri, dentisti e neurochirurghi ma nessuno mi sa aiutare.
Faccio ogni tipo di esame rx, tac, risonanza ma nulla tranne la scomparsa della lordosi cervicale. Prendo farmaci, fans, cortisone per un anno ma niente peggioro e peggioro anche psicologicamente uso un bite ma inutilmente.
Da solo riuscii grazie a internet a capire come togliere le contratture tramite impacchi caldi e massaggi e migliorai abbastanza anche se il dolore non mi ha mai lasciato da 5 anni neppure un giorno.
Il mio problema attuale non è più tra le scapole ma più lateralmente ora ma la cosa poi grave che quando mi siedo e come se le scapole uscissero fuori più fuori della colonna e mi danno fastidio cioè sto meglio in piedi che seduto. Ho provato con il nuoto e la palestra ma nulla quando mi siedo e come se mi appoggiassi su due spigoli che escono lateralmente dalla schiena e sento dolore ogni santo giorno, ho provato a cambiare lavoro ma nulla, con il riposo e peggio.
Non so più cosa fare e da chi andare dato che ho speso migliaia di soldi da 5 diversi medici inutilmente e non mi fido più di nessuno. So che senza una visita e impossibile dare diagnosi ma almeno capire che potrei avere e in che strada andare. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Leggendo il suo post si percepisce un forte stato di disagio provocato dalle sensazioni che riferisce. Probabilmente dopo tutte le visite e le cure svolte senza successo si potrebbe ipotizzare la natura funzionale della sua sintomatologia probabilmente "amplificata" dal suo stato emotivo. Questo tipo di situazione può configurare una condizione di sindrome fibromialgica o quantomeno di sindrome miofasciale localizzata che va necessariamente diagnosticata e trattata. Saluti cordiali.
Mauro Granata