Utente 296XXX
Gentili dottori,

Sono una signora di 47 anni abbastanza disperata, soffro di rettocolite ulcerosa da quattro anni e attualmente in terapia con Asacol 800 e farmaco biologico (Golimumab)

Purtroppo ho dei dolori articolari molto invalidanti, fino ad oggi classificati come dolori fibromialgici, ho fatto una RM alle anche che però è rientrata negativa, anche i vari esami di laboratorio hanno escluso malattie reumatiche attive.

Ultimamente la situazione è praticamente peggiorata, amante della camminata all'aria aperta da una vita, non posso più permettermela, fino a quando cammino sento si, dolore, però è sopportabile, al momento in cui mi fermo, mi irrigidisco tutta, tanto da non poter neanche camminare, ho enormi problemi anche a portare la borsa in spalla, qualche giorno fa, la spalla sx è rimasta bloccata e ho avuto bisogno di untidolorifico.

Spesso durante la sera, i piedi, rimangono bloccati verso l'interno, con un forte dolore simile ad un crampo, ma molto doloroso, assumo regolarmente vitamina D e calcio per problemi alle paratiroidi ( sono senza tiroide da 20 anni).

Non riesco più a fare un mese pieno al lavoro e questo mi provoca un forte disagio, ho preso appuntamento con un reumatologo privato, che vedrò il prossimo 8 Ottobre, ma nel frattempo gradirei un vostro parere in merito, so che non si fanno diagnosi in questo sito, ma almeno avere una chiarezza in più riguardo a questa situazione, che ormai mi sta portando ad una depressione sempre più profonda.

Anche durante il sonno, mi sveglio in continuazione per il dolore nella parte su cui mi appoggio, con il risultato poi, di non avere mai un sonno ristoratore.

Vi ringrazio per la cortese attenzione e per il servizio da voi svolto, e vi saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Marco Aurelio Tuveri

24% attività
4% attualità
4% socialità
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Gent.ma signora,
nel 5-30% dei pazienti affetti da rettocolite ulcerosa (RCU) ci può essere un coinvolgimento articolare con una artrite periferica o assiale della colonna.
Per virificare questa possibile associazione è necessario un consulto tra il gastroenterologo ed il reumatologo, con il quale Lei ha già un appuntamento.
La terapia che Lei già sta facendo per la RTU va bene anche per i problemi articolari in corso di RTU.
Tuttavia è necesssario un corretto inquadramento clinico dei suoi disturbi ed una corretta diagnosi, per l'impostazione di una terapia più adeguata.
Cordiali saluti.
MARCO AURELIO TUVERI

[#2] dopo  
Utente 296XXX

Gentile Dottore

Intanto la ringrazio infinitamente di avermi risposto, la reumatologa che mi ha visitata, ha richiesto una RM al bacino più la tipizzazione tissutale HLA A e B.

Purtroppo i tempi di attesa per tali esami sono lunghissimi e mi trovo nella condizione di dover fare, almeno la RM a pagamento.

Ieri mattina avevo la quarta iniezione di Golimumab, ma la situazione non è che sia ottimale, la malattia sembra in remissione, dato che non ho perdite ematiche, ma ho diverse scariche giornaliere, anche dovute alla mia natura eccessivamente emotiva, questo è quanto mi ha detto il gastroenterologo ieri.

Spero di poter risolvere con il passare del tempo, almeno in parte i miei problemi perché sto facendo molte assenze dal lavoro.

Di nuovo i miei ringraziamenti e un cordiale saluto.