Utente 869XXX

Salve,
sono un uomo e ho 42 anni e da circa 7 settimane ho dei dolori/fastidi alle articolazioni / legamenti.
Tutto è iniziato all'inizio di maggio quando ho iniziato a prendere il generico di Pantoprazolo (avevo preso l'originale per tutto il mese di Aprile e mi sentivo benissimo), dopo le prime 8 pastiglie ho iniziato ad avere dolori (mai fortissimi), e quando ho associato che potrebbe essere quello (c'è scritto negli effetti indesiderati che in casi rari il medicinale può provocare dolori articolari e muscolari) ho interrotto subito anche su consigli del mio medico di base. Pochi giorni dopo ho iniziato ad avere le caviglie gonfie, soprattutto quella destra e dolori/fastidi ai ginocchi, ai polsi, ai gomiti e anche alla zona lombare.
il medico di base mi aveva prescritto un pò di esami da fare e quasi tutto risulta nella norma a parte:
prot. C.active : valore 17,8
sg. V.E.S. valore 17
ANA anti nucleo: positivo - Pttern: omogeneo - valore 1/160
ENA anti nucleari estra. : negativo.
in accordo con il reumatologo è stato concordato una cura con il detacortene 25mg per un mese (14 gg pastiglia intera, 7gg per 1/2 e 7gg per 1/4). Durate questo mese, il gonfiore è scomparso completamente e i dolori sono molto attenuati.
ho finito il cortisone giovedì scorso (5gg fa) ma i dolori sono tornati non nella stessa intensità del pre-cortisone ma mi danno un gran fastidio. il problema è che non ho sempre il dolori negli stessi posti, ieri per esempio mi hanno dato fastidio i polsi, il gomito destro e il ginocchio (legamenti dietro) destro, oggi mi sono svegliato con un dolore alla caviglia, all'anca e al gomito destri.
che tipo di indagine mi consigliate di fare?

Grazie in anticipo,

cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Buongiorno, i dati risultati positivi agli esami di laboratorio sono aspecifici, pur evidenziando insieme alla risposta al cortisone, la presenza di attività infiammatoria. Dovrebbe approfondire la sua storia clinica, indicando se ha mai avuto manifestazioni cutanee oculari o intestinali, oppure se c'è familiarità per psoriasi oppure se nei mesi precedenti ha avuto manifestazioni infettive.
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -