Utente 497XXX
Salve,

sono una ragazza di 29 anni, e da quando ne avevo 15 soffro di forti dolori agli arti che si presentano sporadicamente, senza ragione apparente e durano di solito una tra le 3 e le 24 ore.

Ricordo di averne parlato in passato col medico di base che liquidò la cosa senza darle molta importanza.
Da qualche giorno però la sensazione di dolore è fissa (anche se poi il dolore si sposta) e non resisto più.

Non riesco a capire se questo dolore sia di natura muscolare o ossea, di sicuro è profondo e intenso e si sposta di continuo.
In questi giorni è più forte sul lato destro del corpo, dove la gamba destra non ha conosciuto riposo, e il dolore si muove tra il piede (tarso, metatarso, dita) per poi salire pian piano verso la caviglia, la tibia e poi l'anca e l'interno coscia, per poi riscendere e via così (a volte tutto fa male contemporaneamente).

Sul braccio destro e la gamba sinistra i dolori sono meno frequenti ma si presentano all'improvviso come delle forti fitte che dopo un po' passano e particolarmente fastidioso è il dolore alla mano (principalmente al metacarpo) e all'avambraccio.

Aggiungo che la mia circolazione non è granché (da piccola con una capillaroscopia si era visto che la circolazione periferica non è di buona qualità per via di capillari molto piccoli e "attorcigliati" tra loro) e sono sempre stata un po' anemica.

Visto che a questi dolori si accompagnano sempre mani e piedi gelati, ho sempre pensato che anche i dolori fossero causati da problemi circolatori (ai quali ho sempre attribuito anche occasionali intorpidimenti delle mani, che di inverno sono più frequenti e a volte accompagnati anch'essi da dolore alle dita e al metacarpo)

In passato ho parlato di questo problema col mio medico di base il quale ha liquidato la cosa senza molta importanza.
(Mentre per i problemi di circolazione quest'inverno mi ha prescritto un farmaco per l'ipertensione -per dilatare i vasi- che però ho smesso dopo 3 giorni di mani gonfie e bollenti)

Volendo però approfondire la questione e fare accertamenti per capire bene le cause (e magari anche eventuali soluzioni), a quale specialista mi dovrei rivolgere?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La reumatologia è la branca della medicina interna che si occupa dei disturbi dell'apparato locomotore e quindi dei vari dolori artro osteo muscolari che possono manifestarsi. Considerata l'età di insorgenza della sintomatologia e la sua persistenza ritengo perciò opportuna una puntualizzazione diagnostica da parte di uno specialista in reumatologia in grado di escludere possibili malattie reumatiche di tipo infiammatorio o funzionale. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Gentile Prof Granata,
la ringrazio moltissimo per la sua risposta.

Giusto per aggiornamento: i dolori si sono affievoliti nel giro di una settimana.
Mentre li avevo ancora sono tornata dal medico di base, il quale mi ha prescritto delle analisi del sangue (e tampone per SBEA) per escludere eventuali episodi infiammatori in corso. Le analisi sono nella norma, a parte i valori relativi all'anemia (sono microcitemica).

Ora dovrò parlarne di nuovo col mio medico ma penso di rivolgermi comunque a un reumatologo per avere pareri più specifici.

Grazie ancora e buona giornata