Utente 389XXX
Salve Dottore. Sono una ragazza di 21 anni e le scrivo per avere un chiarimento su una questione che mi assilla da circa due anni. 2 anni fa, appunto, ho cominciato a prendere la pillola a causa di squilibri ormonali (ovaio policistico) e dopo circa 2 settimane di assunzione ho notato che il mio seno sinistro era molto più grande del destro (cosa che non avevo assolutamente notato fino ad allora, per facendo autopalpazione da diverso tempo prima di assumere la pillola)... ho interrotto la pillola da diverso tempo ormai (l'ho assunta solo per 6 mesi) ma i miei seni non sono più tornati come prima... la mia ginecologa mi ha assicurato che la pillola non c'entra nulla, ma io prima di assumerla non avevo un problema simile e, sinceramente, da allora ho avuto diversi disagi psicologici a causa di quella che ormai ritengo una "deformità". Lei cosa ne pensa? La pillola può causare una cosa del genere? La ringrazio per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A distanza senza una visita è impossibile apportare il contributo che da noi si aspetta. Teoricamente un incremento asimmetrico del seno è possibile da stimolazione con estroprogestinici.

Farei una visita senologica + ecografia anche se da quanto descrive starei tranquilla in senso oncologico.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 389XXX

La ringrazio molto Dottore. In effetti ho già prenotato una visita senologica + ecografia, in quanto avverto uno strano fastidio al seno sinistro, un solletico intenso che a volte manda vere e proprie scariche di adrenalina tanto è fastidioso. Due mesi fa assumevo Prozac a causa di un periodo molto difficile e dopo tre settimane di assunzione ho cominciato a notare questi fastidi al seno. Sospettando che il farmaco potesse essere la causa l'ho interrotto ( anche se secondo la psichiatra che mi seguiva, il farmaco non c'entrava nulla, seppure io sappia benissimo che può innalzare la prolattina). Ho subito fatto autopalpazione e ho avvertito una ghiandola gonfia. Così l'ho fatta sentire al mio medico di base, che ha sospettato una probabile ectasia o "ingorgo", come ha detto lui.
Anche il capezzolo è dolorante, ma non sembra arrossato e non secerne nulla quando lo premo. Non sono in ansia per la visita, diciamo più che altro irritata perchè se davvero il Prozac è colpevole di tutto questo, non ha fatto altro che buttare benzina sul fuoco al mio problema emotivo... mi scuso per il piccolo sfogo e la ringrazio ancora