Utente 354XXX
Buonasera,
ho 28 anni e sono un soggetto ansioso ed ipocondriaco infatti l anno scorso ho effettuato un ecografia mammaria, ed è anche la mia prima visita, dal referto dell'ecografia c'è scritto: Regolare rappresentazione dei piani cutanei e sottocutanei, conservato il piano di clivaggio anteriore e posteriore.
Corpus mammae con prevalenza della componente fibroghiandolare su quella fibroadiposa.
L'ecotessitura ghiandolare si presenta disomogeneamente iperecoica ed addensata con formazione nodulare a margini netti e regolari omogenemente ipoecoica di circa 8 x4 mm al qse a destra ascrivibile in prima istanza fad, non ectasie duttati.
Mi disse che non dovevo preoccuparmi perché lei lo definisce un fibroadenoma, ora devo ripetere l'esame ed ho paura che possano trovarmi qualcosa di male, mi sale moltissima ansia, tra altro l'ecografo mi disse di ripetere l'esame dopo 6 mesi essendo la mia prima volta, poi me ne dimenticai e decisi di ripeterlo dopo un anno, ho fatto bene o male?
Grazie,
cordiali saluti

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina il nodulo mammario è del tutto compatibile con un fibroadenoma (anche l'età e la conformazione mammaria sono compatibili con questo). Ritengo che possa essere più che tranquilla, ma per il futuro quando un medico le da una scadenza cerchi di rispettarla perchè fa parte delle precauzioni che ogni medico serio mette in atto per proteggere il proprio paziente. nel caso specifico non c'è motivo per cui il nodulo non sia un fibroadenoma e quindi il tempo è stato ininfluente, ma in futuro sia più corretta con se stessa. Non è non pensando alle cose che si elimina il problema. La sua ansia di oggi non ci sarebbe stata se avesse rispettato i tempi datele dal suo medico radiologo.Cari saluti
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena