Utente 454XXX
Gentili dottori volevo chiedervi un parere. Sono circa 6 mesi che ho dolori costanti al viso e bruciori alla bocca e denti. Il dentista mi ha detto che ho una malocclusione e mi ha dato un bite che non ha però portato effetti positivi. Il dolore al viso ( massettere temporale) e' continuo associato a forti mal fi testa che non passano nemmeno con tachidol. A questo si è aggiunto un bruciore alla bocca gengive denti. Il neurologo mi ha detto che è un dolore neuropatico ma senza base anatomica. Alla fine ho provato l'ozonoterapia ho fatto 2 sedute. Volevo chiedervi un parere. Il dentista mi fa delle punture all'interno della bocca e per tutta la sera sono stata gonfia sentendo come delle bollicine sotto pelle e mi fa male il viso. È normale avere questi sintomi dopo 5 ore? Grazie

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, "il dentista mi ha detto che ho una malocclusione e mi ha dato un bite che non ha però portato effetti positivi".
Il dolore facciale può essere anche di competenza gnatologica, per cui la prescrizione di un bite è corretta, ma "un bite" rappresenta un trattamento assolutamente individuale e consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche la modalità di assunzione, (anche un farmaco solo a queste condizioni può risolvere una patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l'oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un'ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
Se il caso presenta le indicazioni e se la conformazione del bite é adatta, gli effetti sono solitamente rapidi, a meno di grandi presenze di aspetti aggravanti, che spesso sono l'esito del lungo perdurare del problema.
I sintomi da lei segnalati possono essere riferibili ad una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolarfe (ATM); peraltro l'insuccesso terapeutico con il bite dovrebbe eliminare questa ipotesi: se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l'una: o i suoi problemi non dipendono dall'occlusione e dall'ATM, oppure ( e mi lasci questo dubbio) il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso, forse perché i suoi problemi di dolore facciale non rientravano negli obiettivi.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell'ATM: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità, che prende il nome di “Gnatologia” (scienza dell’Occlusione).
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, che possono forse illustrarle il perché dei sintomi che lamenta.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-la-cefalea-che-viene-dalla-bocca.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-nel-sonno-e-disfunzioni-cranio-mandibolo-vertebrali.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Gentile dottore ho cambiato negli ultimi 8 mesi ho cambiato 2 bite e i sintomi invece di migliorare sono peggiorati. Non ho scrosci a livello articolare ma emicranie a livello temporale , dolori ai denti ingiustificati e questa sensazione di bruciore alle gengive . sono stata da un neurologo che non ha evidenziato nessun problema neurologico in grado di giustificare questa nevralgia dentale. Mi ha detto che potrebbe essere dovuto ha una malocclusione accentuata da un molaggio effettuato a dicembre. Ora non so che pensare perché questa sensazione dentale di bruciore misto dolore non mi da tregua..a questo aggiugo gli acufeni ai quali cerco di non pensare. La ringrazio per l'attenzione

[#3]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
A questo punto, o cambia neurologo o ri-cambia dentista.
Il fatto che , nella descrizione del suo caso, ora si aggiunga l'acufene (forse con una visita e un'anamnesi approfondite emergerebbe dell'altro), mi farebbe propendere per l'opportunità di cambiare dentista, scegliendo possibilmente un dentista-gnatologo , veramente esperto nei problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html

Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 454XXX

La ringrazio dottore ..infatti a malincuore per le mie tasche ho preso un appuntamento con un altro dentista gnatologo. I sintomi sono acufene, dolore ai denti molari e premolari superiori con dolore a livello temporale, emicrania, dolore al collo con associato non sempre nausea e vertigini. Questo ormai da mesi e dopo questo molaggio che definirei selvaggio, senza cartine per spostare lo svincolo sui canini, ho iniziato ad avvertire questo bruciore alle gengive. Non è un vero bruciore la sensazione è come se mangiassi del limone. Io mi auguro che sia di competenza odontoiatrica e spero soprattutto di trovare soluzione. La ringrazio

[#5]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Come le scrivevo, con una visita e un'anamnesi approfondite emergerebbe dell'altro, e infatti saltano fuori anche le vertigini.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-la-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica.html

Eventualmente, se crede, mi faccia sapere l'evoluzione.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 454XXX

Si le scriverò appena vedrò l'evoluzione del prossimo bite. Grazie