Utente
Salve, a mio padre 4 anni fa è stata ricostruita la vescica in seguito alla presenza di un tumore. Dopo qualche mese ha avuto fortissimi dolori all'addome e, in seguito a immediato ricovero in ospedale, è stata evidenziata una stenosi ureterale. Da quel momento gli vengono inseriti degli stent doppio J, che prima gli venivano sostituiti ogni 4 mesi, ora una volta l'anno circa. Mio padre ha ora 68 anni e gode di buona salute, tuttavia questa procedura risulta per lui sempre più faticosa e laboriosa da accettare. I medici hanno già provato a non reinserirli ma dopo pochi giorni è dovuto tornare in ospedale a causa dei forti dolori. Volevo sapere se esistono tecniche chirurgiche, possibilmente poco invasive, con le quali risolvere in modo definitivo questo problema.. Ringrazio per la cortese attenzione....

[#1]  
Dr.ssa Cristina Manzi

20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Caro lettore mi rendo conto della vostra preoccupazione ed impazienza per la sostituzione ripetuta degli stent ureterali. Sicuramente durante il ricovero sono stati eseguiti tutti gli esami utili per la valutazione del caso. Le indicazioni terapeutiche chirurgiche sono diverse ma non direi poco invasive. Ne parli col chirurgo che la segue.
Dr.ssa Cristina Manzi

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dott.ssa per la risposta, da parte dei medici che lo seguono non ci è mai stata prospettata una via chirurgica risolutiva...quello che mi preoccupa è il fatto che mio padre è ancora tutto sommato in buona salute, ma se e quando avrà un'età avanzata dovrà continuare ancora con questi continui cambi di stent? Ci sono degli stent che possono essere tenuti più a lungo, in modo da non sottoporlo a dei cambi troppo frequenti, visto che gli vengono sempre posizionati per via percutanea e questo gli crea dei grossi fastidi?

[#3]  
Dr.ssa Cristina Manzi

20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
purtroppo questi dispositivi non vanno tenuti per molto tempo. al momento sembra che sia la soluzione al problema. un saluto
Dr.ssa Cristina Manzi

[#4] dopo  
Utente
Gent.ma dott.ssa, la settimana scorsa a mio padre sono stati rimossi gli stent e gliene è stato reinserito solo uno, in quanto un uretere risultava finalmente dilatato. Il problema è che però dopo pochi giorni dalla dimissione, mio padre ha iniziato a perdere urine quando sta in piedi, mentre è tutto a posto quando è seduto. Questo problema non si era mai verificato prima e chiaramente gli sta provocando non pochi disagi. La prossima visita di controllo è tra qualche settimana. Quale potrebbe essere la causa (speriamo reversibile)? Grazie per tutti i consigli che potrà darmi....