Utente 720XXX
Salve atutti voi, Ho un problemone al pene. é dritto verso sinistra di tanto e durate l'erezione è ancora più storto ed essendo duro è impossibile da addrizzare. é lungo tra i 16-18 cm, ho letto alcune cose sulla Peyroniee non so se può essere quello, mia madre penso sappia di questo problema che ho fin da piccolo, però volevo chiedere a voi un consiglio che vada oltre andare dall'urologo che appena acquisterò fiducia mi fionderòda lui.
Il mio problema è anche psicologico, Vdato che la maggior parte delle ragazze (all'entrata alla superiori prossima a settembre) se ce l'ho storto come non faranno a non prenderti in giro??
Sono un ragazzo bello perche me lo dicono e faccio sempre la mia figura, ma il problema del pene mi è rilevante in quanto mi crea un disagio. A queste età ci sono le prime toccaatine e le prime cose un po stupide da adolescenti vorrei porre fine a questo problema per sentirmi sicuro quando sto con una ragazza, fortunatamente fin'or ho sempre avuto ragazze "caste" ma mi attraggono molto le ragazze un po meno caste, e penso di essere prossimo a fare questi atti :(

Con totale sincerità,
Distinti saluti e un ringraziamento in anticipo per le eventuali risposte al problema.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente non penso che tale eventuale curvatura le porti dei problemi invece si faccia coraggio e ne parli con uno specialista
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
caro ragazzo a tuo conforto ti dico che la malattia di cui parli se presente va diagnosticata con precisione attraverso una visita urologica e degli esami di approfondimento, tuttavia molti maschi hanno il pene con una conformazione non proprio diritta ma tendente in erezione ad uno dei due lati o a volte anche verso il basso o verso l'alto. Ciò non costituisce una anomalia vera e propria ed è perfettamente compatibile con una regolare e soddisfacente attività sessuale. La malattia di La Peyronie è piuttosto rara, si associa a tutta una serie di problemi e nel tuo caso non penserei a questa, bensì penserei eventualmente ad un problema congenito che si chiama "recurvatum", ma solo in linea teorica perchè queste problematiche ripeto vanno viste obiettivamente attraverso la visita specialistica. Non bisogna porre l'attenzione sull'aspetto estetico perchè questo è assolutamente relativo. Se c'è feeling con una ragazza la questione non si pone proprio. Il problema si deve porre se invece al momento dell'atto sessuale (rapporto completo di penetrazione) si ha difficoltà ad espletarlo per insorgenza di dolore locale o peggio ancora per impossibilità alla penetrazione.
In questo ultimo caso è utile correre ai ripari e consultare lo specialista urologo in grado per competenza di suggerire cosa fare dopo avere adeguatamente inquadrato il caso.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovanissimo lettore,
alla sua età è molto improbabile avere una malattia di La Peyronie. Più probabile è la presenza di un incurvamento congenito del pene. Faccia senza patemi ed inutili ansie le sue prime esperienze sessuali. Non si focalizzi inutilmente su questo dettaglio anatomico che, all'interno di una relazione positiva sotto tutti gli altri aspetti, è un fattore secondario e molto relativo. Fatte queste "prove", se ci sono problemi, visto che la mamma già sembra conoscere il suo piccolo "problemino", sarà utile fare un controllo con un esperto andrologo. Come spesso ripeto da questo sito, vista la sua giovane età, approfitti di questo "disturbo" e di queste non "sicurezze", per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente già conoscono quasi tutte il loro o la loro ginecologa.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 720XXX

In caso avessi la malattia de "LA Peyronie" o il "recurvatum", posso operarmi per Riaddrizzarlo?? o sono malattie non operabili??

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
le due patologie da lei indicate sono generalmente due problemi diversi e le soluzioni possono essere diverse. In alcuni casi la malattia di La Peyronie può dare un incurvamento ma un incurvamento congenito è un altro problema. Comunque, come le ho gia scritto, in questi casi ,senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta , cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione precisa su quali passi successivi eventualmente fare a livello diagnostico e terapeutico . Bisogna, a questo punto, consultare un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com