Utente 289XXX
Isalve in corso di terapia antibiotica con bassano per una prostatite è possibile effettuare un tampone ire tale con atb e un spermiociltura con tab. grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In linea di massima è opportuno che tutti i test batteriologici vengano eseguiti almeno 7-10 giorni dopo il completamento di qualsiasi terapia antibiotica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 289XXX

grazie dr un ultima cosa in questi casi e meglio evitare i rapporti.saluti

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nelle prostatiti si consiglia l'astinenza perlopiú solo nelle fasi acute febbrili. Nelle forme croniche, talora puó essere addirittura consigliabile mantenere una discreta attività per decongestionare la ghiandola.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 289XXX

salve dr sno stato in cura per 10 gg 2 al gg di bassado tutto sembrava andare bene i simtomi scomparsi .alla fine della cura con bassado tt e tornato come prima fastidi allo scotro tutta la la parte dei genitali fino all ano.adesso sto facendo supposte di miclase piu sinprost. ,ma quanto tempo dura una prostatite.grazi saluti

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Come avrà certamente percepito informandosi su questo stesso sito, la cosiddetta "prostatite" (termine molto generico che fa riferimeto anche a situazioni molto diverse) è una malattia sostanzialmente non pericolosa, ma assai fastidiosa e difficile da curare. L'antibiotico in genere è in grado di cambiare le cose in modo sostanziale solo nelle forme acutissime con febbre elevata. In buona parte delle alreee situazioni, la causa infettiva è sfuggente od addirittura assente ed i disturbi sono causati dall'infiammazione o congestione della ghiandola. Senz'altro sarà opportuno ripetere gli esami colturali su urine e liquido seminale tra qualche tempo. Tenga conto che queste situazioni, più che dei farmaci. risentono positivamente dell'attento controllo sullo stile di vita, con riferimento ad alimentazione, idratazione, funzione intestinale, attività fisica ed attività sessuale. Il suo sovrappeso, seppure modesto, certamente non giova.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 289XXX

Salve dr le voglio riportare il ref di un eco add inferiore.fatta a marzo scorso e il seguente.vescica ben distesa a pareti regolari senza apprezzabili formazioni vegetanti endovolume,prostata nei limiti volumetrici omogenea senza apprezzabili alterazioni eco strutturali di tipo focale.limiti capsula ti conservati.diametro prostata: 34x27x28 mm vol 14 cc capacità vescicale 367cc residuo postminzionale 22 cc grazie saluti

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nulla di che, ma come ben si sà abbastanza spesso i disturbi delle basse vie urinarie non si accompagnano a modificazioni significative valutabili con l'ecografia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 289XXX

Salve dr se può aiutarmi io sto in vacanza dopo che ho finito i 10 gg con le supposte di mictalase continuo ancora con sinprost .sono stato x 8 gg benissimo ieri sono iniziati gli stessi sintomi pesantezza Scotro ano ecc ecc io sto in Calabria e non posso comunicare con il mio medico,potrebbe essere utile un nuovo ciclo con bassado e mictalase ,mi dia un consiglio grazie infinite in attesa i miei saluti

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non è ovviamente per noi possibile fare delle prescrizioni a distanza, ma in linea di massima le sconsiglieremmo senz'altro l'assunzione empirica di antibiotici. La prostata può facilmente risentire di qualche stravizio che in vacanza è quasi inevitabile. Stia un po' più attento nell'alimentazione, beva molta acqua.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 289XXX

Salve dr come posso alleviare questo dolore e fastidio che tengo grazie

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Come già le abbiamo detto, noi non possiamo consigliare direttamente alcuna cura particolare. Ne parli almeno con il suo medico curante, talora un comunissimo antidolorifico puó aiutare a superare le fasi piú fastidiose.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 289XXX

Mi scusi dr le voleva chiedere la finesteride che prendo per i capelli da 1.1 potrebbe danneggiare ancora di più il mio problema grazie

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Avrebbe dovuto riferirci fin dall'inizio questo particolare, poiché gli effetti collaterali della finasteride nei giovani sono rari, ma talora intensi ed imprevedibili, propio a carico delle besse vie urinarie. Noi le consiglieremmo quantomeno di interrompere e vedere come va.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 289XXX

Salve dott tutto questo e iniziato prima cha prendessi la finestfridelo spesa solo 2giorni ho sentito il mio curante senza dirmi niente ho riguardo sono stato ho ospedale a catanzaro urologi inesistenti questa sensazione di malessere che mi qua dando molto fastidio faccio corsa ogni giorno oggi mi sono dovuto fermare un intenso fastidio scotro aoo e iniziato interno coscia non so che fare lo so che per lei e difficile aiutarmi non so che fare grazie infinite per la sua disponibilità saluti

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La invitiamo a scriverci con più calma ed attenzione, poiché il suo ultimo contributo è francamente incomprensibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 289XXX

Le volevo dire che ho ospedale consultato il mio medio curante senza risolvere niente sono stato ho ospedale a catanzaro urologì inesistenti non so che fare ogni giorno faccio un so di corsa oggi mi sono dovuto fermarmi per un fastidio scotro ano e interno coscia lo so che per lei e difficile cosa posso fare grazie

[#17] dopo  
Utente 289XXX

salve dott ci si e messa anche la febbre puo essere dovuta alla prostatitf? grazie

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se la febbre non è accompagnata da altri sintomi particolari (es. mal di gola, tosse, ecc. ), l'origine prostatica è certamente da sospettare, visti i suoi precedenti. A questo punto è indispensabile che lei sia comunque visitato da un medico, quale egli sia, poiché se il sospetto fosse confermato, la terapia antibiotica a largo spettro diventerebbe indispensabile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 289XXX

salv dr la settimana prossima and a napoli e mi sono farò visitare dall urologo ieri mi farò sono sentito con il mio medico curante e mi ha consigliato augumentin per 6 giorni sono preoccupato le volevo dire se e mi curabile e quanto tempo può durare e già passato un mese e mezzo grazie

[#20] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se vi è febbre, l'antibiotico deve essere assunto. Quello che le ha prescritto il suo medico va benissimo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#21] dopo  
Utente 289XXX

salve dr le cose sembrerebbe che vadano un so meglio le volevo chiedere 6giorni bastano di antibiotici ho notato che negli ultimi 3 giorni dalla mattina fino ho tarda serata le cose sembrano andare bene poi inizia a darmi fastidio come mai grazie

[#22] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Completi la terapia che le è stata prescritta.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#23] dopo  
Utente 289XXX

perché il fastidio mi vienni ese solo la sera è normale grazie

[#24] dopo  
Utente 289XXX

salve dottore volevo un suo. parere. in. merito ho. fatto sei. giorni. di avgumentin tutto. andata benissimo poi finita la cura con l antibiotici. sono ricomparsi i sintomi anche se. lievemente mica posso prendere sempre gli antibiotici perche grazie

[#25] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Raramente i disturbi dipendono solo dall'infezione, vi è anche una cospucua componente infiammatoria che tarda a scomparire e non risente della terapia antibiotica. Ovviamente deve farsi rivedere dal suo urologo di riferimento per decidere su come proseguire la terapia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#26] dopo  
Utente 289XXX

Salve dott la situazione va meglio ,le volevo chiedere posso usare levitar da 5 mg grazie

[#27] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Forse lei si riferisce al Levitra 5 mg? Speriamo che lei lo stia assumendo sotto controllo medico ed è al Collega che glielo ha prescritto che deve chiedere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#28] dopo  
Utente 289XXX

salve dott urino cultura negativa speriogramma negativo tampone uretale negativo oggi ho fatto un ecografia vescica distesa con buona capacita,a profili regolari e normale spessore delle pareti .non evidenti significativo residuo post mininzionale 4 ml prostata di forma e dimensioni normali vol 20 ml,diametri 40x29x332mm,non apprezzabile oggetto endovescicale.l ecostruttura appare disomogenea per fine ipoecogenicita e alcune calcificazioni ghiandolari come da esiti flogistici.assenza di falde fluide in addopme. volevo un interpretazione del referto e come mai .un altra cosa come mai dai 14 volume della prostata si e passati in breve tempo a 20 ml grazie infinite

[#29] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le misurazioni effettuate in ecografia sono assai poco affidabili, specie se le indagini sono eseguite con apparecchi ed operatori diversi. Non è il caso di formalizzarsi più di tanto sui millimetri in più od in meno. Il quadro è comunque quello tipico degli èsiti di una prostatite (vedi presenza di calcificazioni). Queste piccole alterazioni non hanno una correlazione diretta con eventuali disturbi percepiti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#30] dopo  
Utente 289XXX

mi scusi dott cosa consiglierebbe ad un suo paziente con una situazione del genere,con un quadro clinico cosi grazie

[#31] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il nostro ruolo qui è unicamente informativo, non è corretto nè opportuno che si provveda ad indicazioni terapeutiche riferite al caso specifico. In ogni caso, ci creda, noi non disponiamo di alcuna arma segreta per sconfiggere la prostatite cronica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#32] dopo  
Utente 289XXX

Buongiorno dott le volevo chiedere 1 c'è correlazione aumento volume con infiammazione prostata. 2 dal eco è un infiammazione pregressa e è ancora in atto 3 dopo 4 mesi ci sono dei fastidi è normale ? Mi scusi il consulto con il mio urologo c'è lo la settimana prossima grazi come sempre per la sua disponibilità ai miei saluti

[#33] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
1) No
2) Certamente vi è stata un'infiammazione più acuta in passato, attualemte è possibile che persista in forma attenuata
3) Senz'altro giustificabile
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#34] dopo  
Utente 289XXX

Salve dott sempre alle prese con la prostatite, sto in cura con supposte orudis fatto urine cultura spermiocultura e tampone rettale tutti negativi ho trovato sollievo e benefici solo quando ho usato il bassado antibiotico finito questo ritornano i fastidi . La mia domanda è questa non essendo batterica come mai trovo benefici solo usando l antibiotico nello specifico bassado grazie come sempre x la sua disponibilita

[#35] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Crediamo che nessun urologo sia in grado di dare una risposta esaudiente a questa sua domanda, peraltro certamente lecita. D'altronde, non si può pensare di somministrare un antibiotico per tempi troppo lunghi, in particolare una tetraciclina che ha pure qualche effetto collaterale non tanto piacevole. La cura efficace della prostatite sta comunque nella pazienza ed in un buon rapporto di comunicazione e fiducia con il proprio urologo di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#36] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott.ieri un altra visita urologic benur 4mg mezza cp per 3 mesi topster una supposta al gg x 7 giorni flogeril bustine una al giorno per 10 giorni.dopo quasi 5 mesi i disturbi non passano,lei mi disse che il quadro e comunque quello tipico della prostatite vedi calcificazioni,queste piccole alterazioni non hanno una correlazione con i disturbi percepiti,mi perdoni tutti questi disturbi che percepisco ano scotro anche dietro la schiena non sono correlati alla prostata? grazie infinite i miei saluti

[#37] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott.ieri un altra visita urologica. benur 4mg mezza cp per 3 mesi topster una supposta al gg x 7 giorni flogeril bustine una al giorno per 10 giorni.dopo quasi 5 mesi i disturbi non passano,lei mi disse che il quadro e comunque quello tipico della prostatite vedi calcificazioni,queste piccole alterazioni non hanno una correlazione con i disturbi percepiti,mi perdoni tutti questi disturbi che percepisco ano scotro anche dietro la schiena non sono correlati alla prostata? grazie infinite i miei saluti

[#38] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta di manifestazioni che spesso si associano alla prostatite, ma in modo assolutamente variabile da caso a caso. In questi casi è compito dello specialista escludere che vi possano essere altre cause, ovvero porre la "diagnosi differenziale". In genere questa non presenta particolari difficoltà e si basa sulla visita diretta e l'esecuzione di semplici esami. A quanto ci riferisce, nel suo caso questo è già stato fatto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#39] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dr,in questi casi e opportuno fare il psa lo faccio ogni anno riporto gli ultimi due 20/02/2014 psa 0,28 del 04/02/2015 psa 0,30 grazie i mie saluti

[#40] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Con valori così bassi, ripetere l'esame ogni anno è solo uno spreco di denaro! Le più recenti linee guida riportano chiaramente tempi molto più lunghi. Il PSA è sostanzialmente un marcatore tumorale, non ha alcuna utilità nella valutazione di situazioni di ingrossamento od infiammatorie della prostata. Anzi, talora in queste situazione può dare risultati contraddittori ed inutilmente preoccupanti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#41] dopo  
Utente 289XXX

salve dr le mie paure sono quelle di avere la solita brutto dirlo malattia,sono passati 4 mesi e si risolve ancora queste sono le mie preoccupazioni,mi scusi dr sto un po giu di morale,un altra cosa posso aggiungere permixon come integratore di serenoa repens grazie come sempre molto gentile e cortese

[#42] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'efficacia degli integratori alimentari è sempre molto variabile ed imprevedibile, d'ogni modo vale sempre la pena di provare, a patto che un risultato almeno parziale sia apprezzabile entro un tempo ragionevolmente breve (un paio di mesi). Altrimenti non vale la pena insistere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#43] dopo  
Utente 289XXX

e sulle mie preoccupazioni, possono essere infondate,ho approfondire le indagini? grazie per le sue risposte sempre tempestive

[#44] dopo  
Utente 289XXX

salve dott mi e stato consigliato di effettuare una uretrociscopia perche e a che serve
grazie

[#45] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Impossibile giudicare a distanza questo tipo di indicazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#46] dopo  
Utente 289XXX

dr mi scusi quali possono essere i motivi oppure i sintomi da poter indicare un esame del genere ,la mia paura e quella di avere un cancro.grazie

[#47] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
"il psa lo faccio ogni anno riporto gli ultimi due 20/02/2014 psa 0,28 del 04/02/2015 psa 0,30"

Con questi valori, le assicuriamo che tumori non se ne sono mai visti!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#48] dopo  
Utente 289XXX

dr mi scusi il mio stato d animo non solo della prostata ma anche della vescica,ci potrebbe essere qualcosa alla vescica grazi mi scusi la ringrazio per la sua tempestivita e gentilezza

[#49] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I tumori della vescica si manifestano quasi sempre con il sanguinamento nelle urine e sono comunque assai facilmente sospetttabili dall'ecografia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#50] dopo  
Utente 289XXX


grazie dr adesso sono piu tranquillo oggi faro un altro consulto.i mie saluti


[#51] dopo  
Utente 289XXX

salve dott Piana le scrivo x mio figlio 21 anni,in data 05/01/2016 siamo corsi in ospedale per una colica renale.gli fanno la visita e eco in piu una flebo ,si parlava di piccoli calcoli.diagnosi di dimissioni;colica,renale,con modesta pielectasia a sn.voltaren x 5 gg ciproxin 500 x 7 gge bere a piccoli sorsi 1,5 di acqua al giorno.da domenica sera aveva un dolore testicolo sn poi passato.oggi abbiamo effetuato una eco addome completo.esito del referto:Fegato nei limiti volumetriciecostruttura omogenea senza apprezzabili alterazioni parenchimali di tipo focale.assenza di segni di dilatazioni delle vie biliari intaepatiche.epatocoledoco non dilatato.tronco portale di regolare calibro-Colicisti normodistesa senza calcoli.Milza nei limiti volumetrici.Reni in sede normali per dimensioni ed ecostruttura parenchimale, assenza di calcoli e dlatazioni delle cavita ascretrici urinarie e destra. Lieve pielectasia a sinistra senza apprezzabili calcoli endovolume.Pancreas nei limiti morfostrutturali.wirsung non dilatato. vescica monodistesa , apareti regolari,senza apprezzabili formazioni aggettanti endolume.Prostata normale per dimensioni ed ecostruttura. limiti capsulari conservati diam prostata 32x24x28 vol 10cc in attesa i miei saluti

[#52] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se il dolore è completamente scomparso, l'ecografia sarà da ripetere tra 40 giorni circa. Se invece vi sono ancora disturbi al fianco oppure più bassi, legati o meno all'urinare, è consigliabile esguire una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto. le consigliamo la lettura di questo nostro articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1194-coliche-renali-trattare-sintomi-risolvere-problema.html
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#53] dopo  
Utente 289XXX

il dolore e scomparso ,perche ripetere l eco tra 40 giorni,un ultima cosa che significa pielectasia,grazi come sempre per la sua tempestivita e disponibilita.

[#54] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La pielectasia è la dilatazione delle alte vie urinarie (rene, uretere) perlopiù dovuta alla presenza di un ostacolo (es. calcolo). Questa dilatazione non scompare immediatamente all'avvenuta risoluzione spontanea od operativa dell'ostruzione, ma si risolve gradualmente nei mesi successivi. L'ecografia è ovviamente da ripetere per prudenza ed anche per valutare appunto la risoluzione della dilatazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#55] dopo  
Utente 289XXX

salve dott piana una sua intrepetrazione su questo emocromo psa 0,45 emocromo tutto normale solo mch 31,2 vn 27-31 piastrine 41.3 vn 130-400,la formula leucocitaria tt nella norma solo lionfociti% 48,9 vn20,0-40,0 in attesa i miei saluti

[#56] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Dettagli insignificanti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#57] dopo  
Utente 289XXX

era sul volore delle piastrine 413 vn 130-400 i mie dubbi.grazie per la sua professionalita e tempestivita

[#58] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le ripetiamo, dettagli insignificanti, stia sereno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#59] dopo  
Utente 289XXX

salve dr Piana le scrivo per mio figlio 21 anni la settimana scorsa durante e dopo la minzione accusava forte bruciore e dolore sotto l ombelico,il medico di base gli ha dato il monuril e andata bene ,a distanza di 10 giorni i sintomi sono ritornati bruciore prima e dopo la minzione e fastidio basso ventre e all ano .che consiglio mi puo dare ,grazie come sempre per la sua professionalita e cortesia i miei saluti

[#60] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La situazione deve essere valuatta direttamente da un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#61] dopo  
Utente 289XXX

salve dott dopoquasi quattro anni mi e ritornata la prostatite .sto in cura da 15 gg con sinprost,prostlaflog e e teraprost la sera,in attesa del tranrettale.le volevo chiedere e normale che 2 gg mi sembra di essre guarito e poi ritorna purtroppo tutto come prima ,e maggiormente il dolore si accentua la sera. controllo ogni anno psa 0,50.l utima eco risale al 6/9/216.grazi in attesa i miei saluti

[#62] dopo  
Utente 289XXX

salve dott questo e l ultima ecografia fatta il 6/9/2016 poi nel 2017 ho avuto un infarto purtroppo
prostata di volume normale (39x26x25mm):vol 13,5 ml finemente disomogenea .

[#63] dopo  
Utente 289XXX

buongiorno dott Piana volevo se e possibile un suo parere su questa recidiva prostatite o altro grazie in attesa i miei saluti

[#64] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La prostatite è purtroppo una delle malattie in cui le recidive sono più frequenti, anzi molto frequentemente tende a cronicizzare ed allora è più corretto parlare si sindrome dolorosa cronica del pavimento pelvico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#65] dopo  
Utente 289XXX

grazie un ultima cosa e indicata una transrettale in questi casi o meglio un eco addome inferiore i miei saluti dott

[#66] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L’ecografia addominale è sufficiente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#67] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott oggi ho fatto eco addome inferiore
referto
vescica normodistesa,a pareti di noemale spessore,senza apprezzabili
formazioni aggettanti endovolume
prostata di normale volume ,ad ecostruttura sostanzialmente omogenea,senza apprezzabili alterazioni focali.
limiti capsulari conservati
diam prostata 36/30/36 mm vol 20 cc lobo medio14mm
capacita vescicale 206 cc
rpm 9cc ,psa 0,53
il dolore continua a fase alterne.in attesa i miei saluti

[#68] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott Piana dall eco che ho fatto ieri ho notato che nei precedenti referti non lo riportava. a parte dall ultima eco il vol prostata era di 13,7 oggi e di 20 cc ma la cosa che mi preoccupa e la voce lobo medio 14 mm che non era mai uscito nei referti precedenti leggendo un po non mi sembra una buona cosa in attesa del suo pare i mie saluti

[#69] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta comunque di un aumento di volume modesto, ampiamente compatibile con la sua età. Un parte degli ingrossamenti della prostata si sviluppa su tre lobi (invece dei più comuni due lobi) e sono forse queste le situazioni che pirma o poi tendono a diventare maggiormente sintomatiche, poiché il lobo medio ( o terzo lobo) tende ad esercitare una sorta di funzione di valvola ostruente sul collo vescicale.

<<<CONSULTO CHIUSO PER ECCESSIVO NUMERO DI RICHIESTE SULLO STESSO ARGOMENTO>>>
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#70] dopo  
Utente 289XXX

dott grazie per la risposta e possibile che sia dovuto a questo stato infiammatorio e che puo regredire questo lobo medio leggo che e il piu fastidioso grazie i miei saluti

[#71] dopo  
Utente 289XXX

mi perdoni sono un po preccupato devo fare la tranrettale poi nn la disturbo piu saluti

[#72] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott se gentilmente sara l utima volta che scrivo mi puo rispondere per cortesia
1)CON QUESTO QUADRO CLINICO E INDICATA LA TRANSRETTALE
2)PUO ESSERE CHE IL LOBO MEDI INGROSSATO SIA DOVUTO AQYESTO STATO INFIAMMATORIO CHE PESRSISTE DA 1 MESE CON MOLTA SOFFERENZA
3)mi perdoni dott vengo da un brutta esperienza che per me e stata bruttissima circa due anni fa sono stato colpito da infarto e diciamo che la mia vita e cambiata,adesso la prostata non trovo pace le mie preoccupazione (il tumore alla prostata)mi perdoni con questo spero in una sua risposta non le chiedero piu niente con questo la saluto grazie

[#73] dopo  
Utente 289XXX

BUONGIORNO CON QUESTO CONCLUDO DOTT GRAZIE PER LE RISPOSTE SALUTI

[#74] dopo  
Utente 289XXX

salve dott se gentilmente mi puo rispondere e passato tanto tempo ma questi dolori non vanno via la settimana prossima faro una transrettale .i dolori si irradiano abasso ventre lombo sacrale ano e testicoli specialmente quando sto seduto .la mia paura che possa avere un tumore alla prostata sono un po preoccupato in attesa i miei saluti grazie

[#75] dopo  
Utente 289XXX

dott Piana le ripeto se gentilmente mi puo tranquillizzare sono preoccupato dolori inretno coscia schiena testicoli e ano sono passati quasi 2 mesi ma non vedo miglioramenti le ripeto la paura di un tumore grezie ne sarie grado se mi rispondesse grazie e mi perdoni la mia insistenza saluti

[#76] dopo  
Utente 289XXX

buonasera dott ho fatto una tr le trascrivo alcune cose che riesco a leggere mi ha tutto bene la cura ancora per un mese poi basta le scrivo alcune cose prostatata di aspetto globosa colo spinto finemente disomogenea (flogosi prostatite) assenze di are ipoecogene volume 19.70 cc.utile uroflussumetria.cura tetraprost e idiprost ancora per un mese .se gentilmente mi puo rispondere per cortesia grazie dott piana in attesa saluti

[#77] dopo  
Utente 289XXX

Buongiorno dott volevo un suo parere su questa tranrettale io non sono mai stato scortese nei suoi confronti anzi ci tengo molto alla sua esperienza e alla sua frofessionalits' se vuolr altrimenti grazie lo stesso come sempre i miei saluti